Utente 946XXX
Buonasera,

sono un lavoratore avviato tramite la normativa e la Convenzione ex art. 11 l. 68/99,
Legge 12.3.99 n. 68 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili).

Attualmente possiedo uno stato invalidante pari al 50% per problemi cardio-circolatorie,
sottoposto a intervento cardiaco per coartazione aortica con correzione del dotto di Botallo.
Dalle valutazioni cliniche e in seguito ai controlli periodici risulta che sono affetto da:
INSUFFICIENZA VALVOLARE AORTICA SU VALVOLA BICUSPIDE e PROLASSO DELLA
MITRALE.

La mia attività lavorativa come operatore Call Center assistenza tecnica prevede turni che
iniziano dalle ore 8,00 e finiscono alle ore 24,00 contratto Full Time.

Inoltre mi è stato diagnosticato un DISTURBO MINORE DELL’UMORE E ALTERAZIONE
DEL RITMO SONNO-VEGLIA,infatti è stato chiesto con certificazione medica ASTENSIONE
DA TURNISTICA NOTTURNA PER DISTURBO ELETTIVO DEL SONNO IN CARDIOPATIA.

Cara redazione vi scrivo perchè ho bisogno del vostro aiuto e di un consiglio in merito alla mia vicenda,
sono stato sottoposto alla visita annuale da parte dell'azienda per la quale lavoro e il medico
competente ha dichiarato IDONEO, NON ADIBIRE A TURNI DOPO LE ORE 22,00 in modo temporaneo
fino a Marzo 2009 e dopo sarà rivalutata la mia situazione.
In realtà soffro da moltissimi anni di questo disturbo legato al sonno e
attualmente sono in terapia farmacologica fino a Marzo 2009.
A chi devo rivolgermi per far capo a tutto ciò?
A quale struttura o ente?
Dovrò chiedere una consulenza?

Grazie per la disponibilità e buon lavoro a tutti
Resto in attesa di un vostro riscontro
[#1] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Il medico competente dato che ha posto delle limitazioni temporanee alla sua idoneità, ha chiesto una cosulenza specialistica per il suo problema di insonnia?

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 946XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dott. Costa Rosario,

in merito alla mia segnalazione inoltrata alla vostra redazione voglio ringraziarla per
il suo interessamento, per la disponibilità e la consulenza gratuita che il vostro
staff mette a disposizione per tutti coloro che ne fanno richiesta.
Mi sono rivolto presso un Istituto Scientifico della MEDICINA DEL LAVORO,
il quale Medico di Reparto ha richiesto accertamenti per Neuropatia professionale.
Durante la degenza sono stato sottoposto a diversi accertamenti sia di natura cardiologica
e neurologica.

Il Medico del Reparto del DIPARTIMENTO DELLA MEDICINA DEL LAVORO in data 27.01.2009
ha sottoscritto e firmato una relazione nella quale le indico la diagnosi conclusiva :
Stato di allarme-ansioso.
Tono dell’umore orientato in senso depressivo con attenzione marcatamente orientata
verso l’esplorazione della propria sintomatologia.
Sindrome depressivo ansiosa in soggetto con riferiti disturbi del sonno e già sottoposto in
passato ad intervento cardio-chirurgico.
Sindrome depressivo-ansiosa con disturbo del ritmo circadiano del sonno.
Si consiglia l’esecuzione di turni lavorativi serali che non superino le ore 21.

Nei prossimi giorni consegnerò la documentazione clinica al Medico Competente
dell’ azienda per la quale lavoro, visto che la limitazione ai turni notturni rilasciata
è in scadenza nel mese di Marzo 2009.
Se l’esito e il giudizio finale fosse negativo a chi dovrò rivolgermi?
Sarò sottoposto a una nuova consulenza medica?
Grazie e buon lavoro

Colgo l’occasione per porgerle i miei più sinceri saluti.
[#3] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Non vedo il motivo perchè il Medico del Lavoro non riconosca consulenze sempre da LUI richieste.


Cordialmente
[#4] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Oppure non sono stae richieste dal Medico del Lavoro?

Cordialmente

[#5] dopo  
Utente 946XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera Dott. Rosario Costa,

la consulenza medica al momento non è stata
richiesta dal medico competente dell'azienda,
sono io che mi sono rivolto a un Istituto Scentifico
della Medicina Del Lavoro.

La ringrazio e le auguro una buona serata
[#6] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro Signore

Comunque, in linea di massima non facendo il pignolo li dovrebbe accettare.

Cordialmente
[#7] dopo  
Utente 946XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera Dott. Costa Rosario,

non appena riceverò un riscontro la informerò.

Grazie

Cordiali Saluti
[#8] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Penso che l'accetterà.

Altrimenti dovrà rifare gli esami strumentali e le visite specialistiche indicate dal medico competente.

Cordialmente
[#9] dopo  
Utente 946XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dott. Costa Rosario,

la ringrazio per l'interessamento dimostrato al mio caso clinico e per la sua pazienza, visto che ogni volta che
la contatto lei risponde ai miei dubbi.

In data 05/03/2009 ho presentato al medico competente
dell'azienda il referto medico rilasciato dall'Ente Scentifico della Medicina del Lavoro, sinceramente e con rammarico la informo che il medico ha prolungato per sei mesi(settembre 2009) l'idoneità con la limitazione ai turni lavorativi fino alla ore 21,00. Le conclusioni sono che la mia patologia è guaribile e che una idoneità parziale o limitata alla mansione comporterebbe un possibile licenziamento da parte del datore di lavoro.
Il medico competente mi è sembrato a mio avviso un po' dubbioso e non convinto delle diverse documentazioni che
ho già presentato nei mesi scorsi.

Le chiedo la cortesia se vuole di indicarmi quale potrebbe essere la soluzione migliore o se fra sei mesi la situazione non fosse cambiata quali azioni potrebbe intraprendere il medico competente o il datore
di lavoro nei mie confronti.

Sono fiducioso e convinto di risolvere questa situazione
difficile.

Le porgo i miei più sinceri saluti e le auguro un
buon fine settimana. Grazie


[#10] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Intanto il medico del lavoro ha prolungato le sue limitazioni per altri sei mesi.
Quindi ha riconosciuto il problema da lei esposto.
Allo scadere dei sei mesi rivaluterà il caso di eventuale miglioramento della patolgia certificata o deciderà per una certificazione di idoneità con limitazione temporanea o definitiva.

Cordialmente