Utente 469XXX
Buongiorno, vorrei chiedere se è possibile, un chiarimento sul rischio di contagio di hiv e hcv tramite piccole ferite superficiali o abrasioni fatte qualche ora prima dalla possibile contaminazione attraverso liquido seminale o tracce di sangue...volevo capire se come viene detto il rischio attraverso piccole ferite non più sanguinanti da poche ore è praticamente quasi nullo e serve una maggiore quantità di superficie lesa con ferite profonde e sanguinanti per avere un possibile contagio, o se queste informazioni sono errate e anche le piccole abrasioni sono ad alto rischio...grazie cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
ferite o meglio soluzioni di continuità della cute esistenti da poche ore o comunque "aperte", se vengono a contatto con liquidi biologici vettori notoriamente di HBV - HCV - HIV, come lo sperma e il sangue, possono costituire un chiaro rischio di contagio sempre che nei liquidi biologici ci sia un virus e una carica virale elevata.
In altre parole se un partner occasionale eiacula su una mano che presenta soluzioni di continuità ed è all'oscuro di essere HIV positivo, magari con un'alta carica virale, il rischio c'è.
Ma credo che sia intuitivo giungere a questa conclusione.
Saluti cordiali.
Caldarola.