tosse  
 
Utente 478XXX
Buonasera, da domenica notte mi é salita la temperatura corporea a 38.7, così alle 3.30 di notte ho preso una Tachipirina 1000.

Lunedì mattina ancora febbre alta 38,5 / 39.1, durante tutto il giorno ho preso altre 2 Tachipirine per la febbre elevata, come sintomi lunedì avvertivo solo mal di testa /giramenti.

Martedì 23 mi sveglio alle 6.30 di mattina con 39.7 di febbre, prendo così un'altra Tachipirina. Da martedì ho tosse catarrosa con muchi gialli-verdi, chiamo quindi il medico di base che mi prescrive Unixime 1cp al giorno per 5 giorni e Tachipirina al bisogno. La febbre (partendo da 39) dopo aver preso la Tachipirina rimane sui 38.4/38.6 gradi.

Oggi, ovvero mercoledì mi sveglio alle 5 di notte con temperatura a 38.6, decido quindi di prendere la Tachipirina, con mio sommo stupore dopo aver sfebbrato verso le 6/7 in quanto molto sudato, alle 9 la febbre torna a rialzarsi sui 38.5. Alle 11.30 la tc arriva a 39, prendo quindi un'altra Tachipirina 1000. Intanto alle 13 prendo la seconda pillola di Unixime. Ora che sono le 17.25 la febbre dopo essere scesa verso l'ora di pranzo a 38, è risalita a 38.6, e presumo a breve mi arrivi sui 39 costringendomi a prendere la Tachipirina, la terza!

Aggiungo che la settimana scorsa precisamente il 12 gennaio ho dovuto estrarre un molare, quindi dal 12 al 18 il mio dentista mi ha fatto prendere il clavulin. Proprio per questo il mio medico di base ora mi ha prescritto Unixime.

Per quanto riguarda l'estrazione del dente, ho ancora i punti in bocca che dovevo togliere dopo 10 giorni ovvero lunedì 22, ho sentito il mio dentista che mi ha detto che i punti li posso togliere quando guarisco.

Da oggi ho feci molto morbide, ma non vera e propria diarrea.

La mia domanda è: cosa ho? Ho fatto bene a prendere l'antibiotico Unixime per i muchi gialli-verdi, e la gola dolorante ed arrossata? Possibile che al terzo giorno la febbre sia ancora così alta? La febbre alta deriva verosimilmente dai muchi che ho nei polmoni?

Non ho fatto il vaccino antinfluenzale, ho 26 anni e sono molto preoccupato... non vorrei essermi indebolito nella settimana in cui ho preso il clavulin per l'estrazione del dente, ed ora ancora dopo solo una settimana ho iniziato un altro antibiotico... Vi sarei grato se mi rispondeste!

P.s. visto che di Tachipirina 1000mg se ne possono prendere solo 3 ogni 24 ore, per far scendere la febbre posso prendere Nurofen? Oppure cos'altro?

P.s. a furia di togliere muchi dalla gola oggi ho visto che in una po' di muco c'era una macchiolina di sangue colore rosso vivo, deduco che derivi dalla gola arrossata e dolorante che ho, dico bene?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
ha preso l'influenza.
Nessuna preoccupazione: l'andamento clinico che descrive in modo così minuzioso è probativo di questa diagnosi.
Il poco sangue nel catarro è legato alla infiammazione e ai reiterati tentativi di "raschiare"il faringe.
La somministrazione dell'Antibiotico avrebbe dovuto deciderla il medico e non lei: anche perchè sarebbe opportuno che lei lo chiamasse a domicilio per farsi visitare.
E' nel suo diritto ma è soprattutto nei doveri del medico curante.
Stia al caldo e guarisca presto.
Cari saluti.
Caldarola.

P.S. E' tipico della febbre influenzale la resistenza al Paracetamolo: in tal caso si può associare un antiinfiammatorio come l'Ibuprofene. Ma non può fare "di testa sua" per cui è necessario che il medico la veda.... e non per telefono.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio per la celere risposta che mi ha offerto, e per il consulto che molti non farebbero gratis... ce ne fossero di persone come Lei!

Le preciso che l'antibiotico Unixime me lo ha prescritto il medico di base ieri, dopo avermi fatto domande sui sintomi che accusvavo. Domani comunque lo chiamerò per una visita a domicilio che, come ben dice, mi spetta.

Eventualmente la riaggiornerò per "dovere di cronaca". Grazie ancora e buona serata, mi ha tranquillizzato.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
A presto.
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno dottore la aggiorno. Questa notte verso le 3 ho preso una cp di nurofen (200mg) causa febbre a 38.6, ho sudato tutta la notte (e cambiato ben due canottiere e una maglia del pigiama), e questa mattina non avevo più febbre, attualmente é a 37. Credo sia imputabile al processo di guarigione in atto, più che al nurofen stesso.

Purtroppo c'è altro che mi turba, da ieri sera ho dolore nella zona addominale destra e proprio sotto l'ombelico, ieri era solo un fastidio, questa mattina é molto più intenso. Quando tossisco e sono in piedi sento tirare sempre nella zona bassa destra dell'addome, e lo stesso succede quando sono in bagno e mi sforzo. Da coricato anche se tossisco non sento tirare.

Ho sentito il medico di base in quale mi ha liquidato sostenendo che può essere un dolore dovuto alla ricorrente tosse di questi giorni... Io sinceramente non credo c'entri e temo possa essere l'appendicite infiammata: é plausibile?

Sto valutando di andare presso uno studio privato per fare una ecografia addominale o quello che mi consiglierà il radiologo, lei cosa ne pensa? Possibile che mi si é infiammata l'appendicite a seguito delle tante Tachipirine prese e della cura antibiotica in corso?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'appendice non si infiamma per le Tachipirine, può infiammarsi perchè essendo costituita da tessuto linfoide partecipa anche lei alla risposta immunitaria.
Ma questo è infrequente.
Inoltre, pur considerando che la sede dell'appendice può essere variabilissima, il punto descritto da lei non mi pare una sede ectopica molto frequente.
Resta che il suo medico deve metterle le mani sull'addome ed effettuare una palpazione: la si deve smettere di fare diagnosi per telefono.
Lo chiami e lo faccia venire a casa: oppure lo denunci al Capodistretto del distretto sanitario di appartenenza.
L'ecografia non è dirimente quanto può esserlo una palpazione ben eseguita, sempre che la si sappia fare.
Saluti cordiali.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Mi creda che sono molto infastidito anche io per questa assistenza telefonica peraltro fugace, appena qualche minuto di colloquio telefonico perché in studio c'erano altri pazienti (allora i pazienti che non possono muoversi da casa per qualsivoglia motivo sono meno importanti?). Il curante sotto il quale sono iscritto non lavora questo pomeriggio, ed ormai la mattinata lavorativa è finita. Ora valuterò sicuramente il cambio del curante ed altre eventuali azioni esperibili.

Escludendo l'ecografia come alternative ho quindi o aspettare domani e cercare di far venire il curante a casa oppure recarmi io stesso pomeriggio presso lo studio medico che essendo composto da medici di base associati mi può permettere di rivolgermi ad altro medico e farmi eseguire tutte le manovre del caso. Anche se, onestamente, volevo riguardarmi ed evitare di uscire...

Grazie per l'eccellente assistenza.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Mi tenga informato.
Buona serata.
Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno, sono stato dal medico di base per farmi visitare, per il dolore all'addome sostiene che non sia nulla di rilevante, forse un po' di meteorismo. Poi visto che c'ero mi ha guardato spalle e gola. Mi ha prescritto Berocca plus per rafforzare il sistema immunitario.

Per quanto riguarda la febbre, ieri mattina non l'ho avuta (37) dopo pranzo é aumentata e la sera era arrivata a 38.

Questa mattina mi sono di nuovo svegliato senza (a 37), e spero che non risalga in serata.

Pomeriggio andrò a togliere i punti del molare perché poi altrimenti é tardi.

Stavo pensando dottore, che questa influenza brusca che ho avuto mi sta facendo diventare un po' paranoico.. e se andando dal medico avessi preso qualche altro virus influenzale? O magari lo potrò prendere di nuovo dai miei familiari?

Mi rendo conto che non si può vivere con l'ansia addosso, e che poi in questo caso il consulto vada chiesto ad uno psicologo, ma l'idea di potermi riammalare senza che il mio corpo si rimetta prima bene in forma mi rende un po' preoccupato! Lei cosa ne pensa?
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Carissimo,
intanto non potrà riammalarsi con lo stesso ceppo virale da cui è stato colpito a motivo di una immunità specifica.
Il suo sistema immunitario è efficiente ed ogni giorno lei non ha idea di quanti "nemici" debba combattere.
Perciò sgombri il suo pensiero dalle "paranoie".
Per quanto riguarda il Berocca è un complesso vitaminico: male non le farà ma dire che le rinforzerà il sistema immunitario è un "falso ideologico", specialmente se lei segue una dieta varia e completa.
Forse sarebbe stata più utile la prescrizione di un mucolitico (es Aceticisteina) per aiutarla a fluidificare il catarro e a a espellerlo con maggiore facilità.
Ma tant'è il suo medico non ci ha pensato.
Stia sereno.
Saluti cordiali.
Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Grazie per il suo supporto Dottore, sicuramente più importante di quello che ho avuto al di fuori di questa discussione.

Se si troverà dalle mie parti, e a seconda del tempo che avrà a disposizione, sarò lieto di offrirle un caffè o un pranzo/cena!

Tanti carissimi saluti.
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Grazie.
Cari saluti.
Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno Dottor Caldarola, le scrivo perché quest'oggi mi sono svegliato con mal di gola, febbre e muchi giallo-verdi.

Dunque sono andato dal medico curante che constatando la mia gola arrossata, e quanto gli ho riferito sul colore dei muchi, mi ha prescritto una scatola di Unixime, esattamente come due mesi fa.

La prima compressa di antibiotico l'ho presa alle 13, poco prima di pranzo, purtroppo però dopo due ore, verso le 15, in preda ad attacco di tosse, ho rimesso quanto avevo mangiato precedentemente.

La mia paura, e quindi la mia domanda, è che abbia rimesso completamente l'antibiotico. Alla luce di ciò, lei cosa mi consiglia di fare?
[#13] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Aggiorno il mio stato.

Oltre ad abbondanti muchi giallo-verdi, mal di gola, tosse catarrosa, febbre che oscilla dai 37.5 ai 38.5, accuso anche mal di schiena. Sia zona lombare che zona centrale della colonna.

La cosa strana è che questo mal di schiena l'ho accusato giusto un paio di giorni prima che mi venisse il mal di gola, e stranamente ieri non l'ho avuto, oggi invece è tornato. A cosa lo devo imputare? A questo stato di raffreddamento che ho?

Ammetto di essere un tipo abbastanza ansioso, e quando sento un dolore raramente penso a cose belle, anzi, penso subito al peggio. Complice anche l'utilizzo di internet senza un fondo di basi mediche, cercando mal di schiena esce fuori tra le altre cose tumore al polmone, tumore alla schiena stessa, metastasi, ed altre cose orribili.

Io sono stato dal medico proprio ieri, della schiena neppure ne ho fatto menzione perché appunto ieri non avvertivo dolore. Ho un po' di timore a tornarci, viste le mie ansie ricorrenti posso passare forse per quello che sono, ovvero un ipocondriaco latente.

Non vi nego che fare una tac al torace e alla colonna mi renderebbe più tranquillo circa le possibili cose brutte che ho elencato sopra. Ma so che non funziona così, perché dopo la tac vorrò fare altri esami per altri dolori.

Intanto in giro si leggono cose brutte, anche a persone giovani, io non capisco mai quando esagero e quando invece entra in gioco la reale prevenzione, perché se stessi ad ascoltare il mio corpo farei esami continuamente, visto che spesso ho dolori veramente strani sparsi per il corpo.

Voi cosa mi consigliate? Un consulto psicologico? Rimane però di base la paura che i dolori alla schiena possano voler dire qualcosa di brutto, e vivere con l'ansia non è bello, anche perché i dolori che sento sono tutti reali.