Utente 891XXX
Buona sera,auguro intanto a tutti un Buon Natale,e delle buone feste,e anticipatamente ringrazio anche chi avrà pazienza di rispondermi.Sono un ragazzo di 20 anni,che da circa 5 mesi soffro di ipocondria e ansia.Ciònonostante,da un mese e mezzo soffro di sintomi che mi preoccupano parecchio.Tutto è iniziato con una faringite acuta,che mi è durata tre settimane.Da qui,fino ad oggi ho sofferto gradualmente di vari sintomi,che mi spaventano e non mi concedono di dormire la notte,o mi impediscono di studiare o uscire senza preoccuparmi.Inizialmente sentivo delle vertigini,mi sembrava di perdere l'equilibrio.Questo mi è durato 4 giorni,poi mi e passato e mi e tornato una settimana dopo,accompagnato ad una cefalea localizzata dalla parte destra della testa,quasi nell'orecchio,con senso di occhi pesanti e acufene,sempre a destra.Mi sono recato allora da un neurologo il quale mi ha diagniosticato solamente una forte ansia.Ora però le vertigini sono quasi scomparse,ma in compenso la notte,quando mi adagio nel letto per dormire,mi sembra come di tremare,ma piu che tremolii sono scatti prolungati che però a quanto pare noto solo io,ma sono sicuro di sentirlo(Che non siano vertigini?ma ma perche ci sono solo quando mi distendo la notte?)e inoltre ho un dolore fastidioso ma sopportabile alla zona lombare della schiena.Oltre a ciò da 3 giorni ho secchezza agli occhi,con a volte dolore.Il mio neurologo,mi ha consigliato di andare da un ottorino,poichè pensa che sia una forma di otoliti,non curata e nata dalla faringite acuta trascurata.A volte infatti sento come se fosse tappato l'orecchio come una certa pressione,e quando è cosi c'e sempre una fuoriuscita minima di un liquido.GLi accertamenti medici eseguiti negli ultimi due mesi sono:
Analisi del sangue(sono donatore)
Visita oculistica(due mesi fa,negativa,l'occhio e la vista erano perfette)
visita neurologica
e visita dall'otorino per la gola che bruciava.
Devo preoccuparmi per la sclerosi multipla?Di certo sbaglio,ma le diagnosi in rete non mi aiutano di certo.Tutti i sintomi sopra riportati,sembrano essere quelli della sclerosi.Mi serve aiuto,non dormo quasi più.Ancora grazie in anticipo a chi mi rispondera.
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sinceramente non capisco come possa arrivare a pensare alla sclerosi multipla partendo dalla sintomatologia descritta. E' possibile invece che a monte di tutto ci sia l'unica patologia che fino a questo momento le e' stata diagnosticata da un Medico, e cioe' la "forte ansia" di cui lei stesso ci parla, che magari non e' ancora perfettamente sotto controllo.
Concordo con il Neurologo, che le ha consigliato di consultare di nuovo lo Specialista ORL per escludere problematiche vestibolari: se anche questa ipotesi si rivela infondata non le resta che contattare uno Psicologo o uno Psichiatra al fine di minimizzare gli effetti della sua ansia sul resto dell'organismo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Ho pensato alla sclerosi mulitpla perche dopo due settimane di vertigini ed acufeni,essendo ansioso ho digitato su google i miei sintomi e sono usciti quelli della sclerosi multipla:approfondendo l'argomento tutto quello che sento adesso l'ho letto nella sclerosi.Ed e anche quello che ho scritto sopra.E' vero che sono in uno stato di ipertensione,ogni minimo sintomo lo associo a quello,però non ho sempre ansia.Ho il pensiero fisso di avere qualcosa e ho paura che tutti trascurino il mio problema in quanto soffro d'ansia.La ringrazio della Sua risposta,è stato molto gentile.
Andrea
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La sua non e' un'ipertensione, non ho mai scritto questo... casomai ho parlato di stato d'ansia, ma soltanto perche' mi sembra l'unica diagnosi che le e' stata fatta da un Medico, e vista l'assenza di altre patologie piu' importanti.
Se su google digita "febbre" puo' darsi che le esca fuori "appendicite", ma non per questo chiunque ha la febbre ha pure l'appendicite... non le pare? Se fosse cosi' facile fare diagnosi, utilizzando google, molti di noi potrebero dedicarci ad un altro lavoro... Mi perdoni la battuta: era soltanto un modo di sdrammatizzare.
Pero' continuo a ribadirle che se non fa qualcosa per dominare l'ansia non riuscira' a guardare con obbiettivita' nessun segnale che il suo organismo le inviera', adesso e nel futuro. Rischiera' di imputare all'ansia anche sintomi che con essa non c'entrano, e finira' soltanto per peggiorare la situazione...
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Quindi può veramente essere che l'ansia porti a questi sintomi?Deve perdonare me ora per la mia affermazione,ma è proprio vero che certe cose se non le si prova,non si saprà mai come ci si sente:vivendo ogni giorno con la paura di avere la sclerosi multipla,è come se fossi malato veramente,e questi sintomi (ansia o no) che mi accompagnano ogni giorno non mi aiutano nemmeno un po,anzi mi convincono sempre di più del mio stato.Lei pensa quindi che tutti questi sintomi siano dovuti all'ansia?il tremolio la sera,il mal di schiena le vertigi ecc?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
E' senz'altro l'ipotesi piu' probabile. Tanto piu' che, come le ripeto, tutti gli accertamenti hanno dato esito sostanzialmente negativo, fatto salvo appunto quanto le e' stato diagnosticato in merito alla sua ansia.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio vivamente della sua risposta.Non pensavo che l'ansia potesse portare a sintomi così simili a malattie importante.QUesti tremolii,gli scatti notturni,il mal di schiena..Anche lo psicologo me l'ha ribadito oggi,però sono sempre preoccupato.Ancora grazie cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo l'ansia puo' avere un importante ruolo nella comparsa di qusti sintomi. Segua i consigli del suo Psicologo e, se crede, ci tenga aggiornati.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Lo farò sicuramente!Non sa quanto questo sito può essere utile in casi come questi e risposte come le Sue lo sono ancora di più.Domani ho un appuntamento con il mio neurologo in quanto mi sembra che mi si intorpidiscano le mani e a volte i piedi.Lo psicologo ha detto che tutti i sintomi possono essere sintomizzazioni,e di tranquillizzarmi.Ma non ce la faccio e domani andrò da lui.Con una normale visita neurologica possono venire dei sospetti per una malattia come questa vero?Cioe una visita neurologica è in grado di rilevare qualsiasi anomalia giusto?Se domani mi dirà come ormai tutti che sono sano,potrò crederci o dovrò per sicurezza eseguire qualche esame(apparte quello di ORL che farò per suo consiglio)?
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Senz'altro il Neurologo potra' escludere patologie importanti. Utile, come le dicevo anche tre giorni fa, il consulto con l'Otorino, allo scopo di verificare la presenza di disturbi vestibolari.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti
24% attività
0% attualità
8% socialità
TREVI (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Caro Lettore,
i sintomi più comuni d'esordio della sclerosi multipla sono una neurite ottica, facile affaticabilità associata a difficolta al recupero dopo attività quotidiane non particolamente stancanti o sintomi neurologici espressione del danno focale relativo alla zona del sistema nervoso centrale dove si è creata la placca di demielinizzazione.
Effettivamente i sintomi che Lei riferisce e la sua "convinzione" di avere la sclerosi multipla formano un cocktail micidale che non fa altro che aumentare l'ansia e verosimilmente aumentare in quantità ed intensità i sintomi aspecifici che riferisce.
Le consiglio di avere più fiducia nei professionisti a cui si è rivolto che le hanno garantito che il suo quadro clinico non è ascrivibile alla sclerosi multipla.
Comunque, premettendo che per "forma mentis" non ricorro frequentemente alla prescrizione di esami diagnostici, considerando un esame clinico accurato dirimente riguardo la diagnosi, nel suo caso essendo diventata una ossessione forse le consiglierei una RMN encefalo e midollo cervicale con e senza mezzo di contrasto soprattutto con l'obiettivo di porre chiarezza e ridarle quella serenità che da troppo tempo le manca.
Distinti Saluti
[#11] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le risposte e Buona Anno a tutti!Il neurologo ha escluso quasiasi malattia importante.Nel senso che la visita neurologica è risultata negativa:riflessi oki,non ho mancanze di forza,non ho mancanze di sensibilità ecc.Poi L'oculista 2 mesetti fa mi aveva detto che l'occhio era apposto.Ora,dato che la terapia cognitiva a quanto pare non produce i suoi effetti,e dato che mi e stato sconsigliato di fare la RMN in quanto sarebbe un'altra analisi,secondo Voi sarebbe il caso di passare a una cura di ansiolitici?Grazie attendo con ansia la vostra risposta
[#12] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti
24% attività
0% attualità
8% socialità
TREVI (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Caro Lettore,
una blanda terapia ansiolitica per un periodo relativamente breve potrebbe aiutala.
Si consigli con il suo specialista di fiducia per la prescrizione del farmaco e la modalità di somministrazione.

Buon Anno
Dr. Francesco Chiaravalloti
[#13] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La Risonanza Magnetica e' un esame di secondo livello, la cui prescrizione deve essere successiva ad un dubbio diagnostico, nel suo caso del Neurologo: se il Collega ha escluso ogni disturbo per quanto di sua competenza ritengo che lo abbia fatto a ragion veduta; pertanto a questo punto penso che lei debba soltanto stare tranquillo, magari con l'aiuto di farmaci, ma soltanto se strettamente necessario ed eventualmente prescrittole dal suo Curante.
Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Grazie veramente per le risposte.Purtroppo non ho altro modo per tranquillizzarmi che scrivere qua.Vivere ogni giorno con questa convinzione di essere malato mi fa vivere veramente come se lo fossi.Grazie ancora e felice anno nuovo a tutti:)
[#15] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Provi a pensare che non c'e' nessuna ragione logica perche' lei debba sentirsi malato... La probabilita' che lei lo sia non e' superiore a quella di nessun altro 21enne come lei... Viva la sua vita piu' serenamente: ne avra' soltanto un vantaggio.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
L'appuntamento con il neurologo è domani,chiederò a lui se è il caso di provvedere ad una blanda terapia farmacologica,se la sola terapia cognitiva non basta.Ringrazio ancora tutti,domani Vi terrò informati sula situazione
A presto
[#17] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Bene, ci aggiorni con le notizie che le dara' il Neurologo.
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Secondo il neurologo,non c'è niente di anomalo,o meglio c'è ma è ansia.Il punto è che ora,a 20 anni,non vorrei iniziare una terapia farmacologica,ne hanno sparlato tutti.Il problema è che senza,probabilmente,non riuscirei a superare queste crisi d'ansia (come daltronde ho notato nei giorni passati).Voi ritenete che debba iniziare tal terapia o meglio di no?Temo di cadere nella dipendenza da farmaci e ciò che comporta.
[#19] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Chi ha mai detto che deve per forza utilizzare dei farmaci? La terapia dell'ansia si puo' anche basare su un supporto psicologico... Escluso ogni coinvolgimento dal punto di vista neurologico non le rimane che farsi consigliare dal suo Medico uno Psicologo dalle sua parti.
Cordiali saluti
[#20] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti
24% attività
0% attualità
8% socialità
TREVI (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Credo che il Collega abbia ragione, sarebbe meglio che i farmaci rappresentassero una "estrema ratio" dopo aver effettuato qualche colloquio con un bravo Psicologo!

[#21] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Lo farò sicuramente,ma anche in questo caso ci sono delle opinioni contrastanti da parte dello psicologo e del neurologo.Ma io faccio fatica anche ad addormentarmi,mi sento le braccia stanche e questo non cambia se mi distendo.Ci metto sempre tantissimo prima di prendere sonno.Parlerò con lo psicologo e chiederò il suo parere
[#22] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Lasci stare per ora le opinioni contrastanti e si concentri sulla "terapia della parola" incontrando uno psicologo. Risolta l'ansia il resto verra' da se'...
Cordiali saluti
[#23] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Sono tornato dopo un periodo di assenza.Le cose non migliorano,ma non peggiorano,dormo poco ho il solito senso di sbandamento anche quando sono tranquillo,che pero poi mi fa preoccuapre un poco.E ogni volta che mi distendo o addormento ho tremolii o mi si addormentano o la mano sinistra o il piede destro o sinistro.Informandomi un poco,non è che potrebbe essere un problema di cervicale?Ho la lordosi,e cammino non benissimo,e seduto non ho una postura ottimale,sono piegato diciamo in avanti.Potrebbe essere " cervicale " con discopatie multiple?Attendo risposta
Cordiali saluti
[#24] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ma con lo Psicologo ha parlato? Perche' altrimenti ritorniamo indietro. A chi giova il tentativo di far assomigliare i suoi sintomi alla malattia del giorno trovata su Internet?
Lei e' fortunato, perche' ha una diagnosi. E allo stesso tempo il Neurologo le ha escluso guai peggiori. Allora perche' non segue anche la terapia? Sarebbe come ricoverarsi in Ospedale, fare tutti gli accertamenti possibili, scoprire che ha la bronchite e poi non prendere gli antibiotici: a chi giova? Ne conviene?
Cordiali saluti
[#25] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Lo so ed ha ragione!Ma vede,io ho paura di peggioraremche questi sintomi peggiorino e ne nascano altri,ed effettivamente sembra (a me a quanto pare) che sia così..anche in periodi di relativa calma!La prossima seduta con lo psicologo ce l'ho domani,e ho intenzione di parlarne.Cercherò di stare tranquillo,ma ogni volta che mi distendo e cerco di dormire mi viene su tutto.E di giorno se sono in tensione mi bruciano gli occhi(probabilmente anche dal fatto che dormo poco).DOmani vi aggiornerò su ciò che lo psicologo mi dirà.Grazie per la risposta,che in casi come questi rincuora Saluti
[#26] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se ha paura delle malattie sarebbe coerente anche avere paura degli incidenti, che alla sua eta' sono di gran lunga la causa piu' frequente di morte...
Il discorso come vede non regge... spero che lo Psicologo le spieghi meglio di me questi meccanismi.
Ci informi, se crede, sull'esito del suo primo colloquio.
Cordiali saluti
[#27] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Salve,La aggiorno sulla situazione.Purtroppo la notte non dormo molto,dalle 5 ore alle 6 massimo,e soprattutto dormo male.Ogni tanto ho queste fascicolazioni fastidiose e ogni tanto vertigini.Oltre ciò l'acufene non passa.Lo psicologo,alla vista di ciò,ha preso in considerazione la possibilità di introdurre una terapia farmacologica,abbinata ad una piscoterapia cognitiva,così da permettermi di vivere senza la convinzione di avere la sclerosi multipla,che questo sicuramente anche quando non ho ansia,mi fornisce una quantità di stress ogni giorno,e di conseguenza influisce sul fisico.E scrivendo ciò,mi convinco sempre di più che non può essere ansia e sinceramente non vedo l'ora di poter ricevere aiuto farmacologico per poter andare a dormire,senza paura di svegliarmi con un nuovo sintomo.
[#28] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Segua i consigli dello Psicologo e, se crede, ci aggiorni quando la terapia avra' cominciato a dare i suoi frutti.
Cordiali saluti.
[#29] dopo  
Utente 891XXX

Iscritto dal 2008
Buona sera,è tanto che non scrivo:questo perchè ho deciso di provare a combattere questa mia paura come mi avete consigliato tutti,e cioè smettendo di cercare diagnosi online,o fissarmi su qualcosa.In questi giorni ho provato a vivere di nuovo,e grazie ad una favolosa gita a Berlino con delle persone fantastiche,sono riuscito a capire che quello che mi bastava era un sorriso.Scrivo,per ringraziare tutti quelli che mi hanno risposto e ascoltato qua:grazie Dott.Spina e grazie Dott.Chiaravalloti.Ora sto decisamente meglio anche se non posso dire di essere tranquillo eh eh.Nonostante ciò ringrazio ancora e auguro a tutti il meglio.
Cordiali saluti Andrea
[#30] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti
24% attività
0% attualità
8% socialità
TREVI (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Auguri anche a Lei
[#31] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Mi fa molto piacere leggere quanto ci ha appena scritto! Continui cosi': mi sembra che sia il modo migliore di affrontare le cose.
Cordiali saluti.