mano  
 
Utente 478XXX
In data 09/01 ho subito un infortunio sul lavoro, schiacciamento V dito mano dx con avulsione completa unghia. Mi è stata riposizionata l'unghia a mo' di "coperchio" e cucito dito e unghia.
Giusto per la cronaca, faccio l'impiegata e non sono mancina.
Al PS mi hanno dato 3 gg, cui è seguita visita c/o medico curante per medicazione. Il curante ha prorogato i giorni di infortunio fino al 31/01.
Ora ho ricevuto lettera Inail per visita chirurgica c/o loro ambulatorio, fissata per il giorno 01/02.
Quest'ultimo è il giorno in cui dovrei rientrare al lavoro, cosa che desidero molto fare!, pertanto ho chiamato Inail per info e mi è stato detto che devo per forza andarci.
È veramente così?
Il certificato che porta i giorni fino al 31 non è sufficiente?
Altra domanda: è possibile interrompere anticipatamente l'infortunio?
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Ha ragione chi le ha confermato che deve presentarsi obbligatoriamente. Per legge infatti l'infortunio deve essere "chiuso" da un medico dell'INAIL o da un medico convenzionato con INAIL. Senza il certificato di chiusura il datore di lavoro non può riammetterla al lavoro.
Essendo stata convocata, non può quindi esimersi dal presentarsi.

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Ci sono andata e mi hanno mandata via, dicendo che non era necessario...
Lo scrivo solo per conoscenza
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Siamo uno strano paese ...