Utente 445XXX
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 30 anni, e a seguito di un sospetto di ematuria, dal momento che ho notato dei riflessi rossi nelle urine, ho effettuato dei controlli, con stick reattivo per urine (4 in due giorni) che hanno messo in evidenza una proteinuria (unica alterazione, quindi SENZA l'ematuria il cui sospetto mi aveva spinto a fare il controllo) che, a quanto sembrava dallo stick, era compresa tra i 15 e i 30 mg/dl (dico compresa perchè il colore della cartina reattiva era un po' più scuro del 15 e un po' più chiaro dei 30).
Le urine inoltre sono abbastanza schiumose, ormai da diversi giorni (prima dei test non ci facevo caso, quindi non so dire se sia un nuovo riscontro o un'abitudine).
Premesso che sono andato dal mio curante, che mi ha prescritto un esame delle urine chimico-fisico e microscopico, vorrei chiedervi, se il fatto di essere in forte sovrappeso (110kg per 1.80), con il colesterolo alto (all'ultimo controllo 340) e anche ipocondriaco, quindi con una componente di stress, possa essere più probabilmente la causa, invece di una patologia renale.
Aggiungo che al momento degli stick NON facevo attività fisica pesante da 5 giorni, e che al momento della prescrizione il curante mi ha misurato la pressione, risultata 130/85.
Non ho avuto sintomi di infezione, anzi, il 9 gennaio ho effettuato la vaccinazione antiinfluenzale e antipneumococcica (potrebbero essere cause scatenanti?)

Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dovete eseguire quanto rpima l'esame urine completo prescritto dal vostro curante al fine di documentare con precisione la presenza di proteine nelle urine ed eventualmente se presenti proteine in elevate quantità,va eseguita una raccolta delle urine delle 24 ore per quantificare la quantità di proteine.
Solo con questi esami si potrà dare un giudizio esaustivo e definitivo sul caso.
Cordialmente
Remo Luciani