Utente 947XXX
Data l'eta' credo che la mia disfunzione sia normale. D'altra parte essendo vedovo da cinque anni ed essendo in discrete condizioni fisiche e psichiche ni accade talvolta di voler ancora avere un rapporto. Svolgo una leggera attivita' sportiva (bocce e passeggiate) ma ho anche qualche disturbo : un aneurisma dell'aorta addominale ancora nei limiti che non richiedono, per ora un intervento,e mi viene suggerito di fare un controllo ogni anno (ecografia o risonanaza magnetica), La mia pressione un poco alta e l'ipercolesterolemia vengono abbastanza tenute a bada dalle cure (pillole) che il mio medico mi ha prescritto. Lo stesso alla mia richiesta mi ha suggerito di assumere con cautela e parsimonia, il LEVITRA da 5mg. Non l'ho ancora utilizzato in quanto data la mia ignoranza in fatto di medicina, temo conseguenze , sopratutto per l'aneurisma all'aorta adominale. Vorrei se possibile sentire un Vostro parere del quale Vi ringrazio in anticipo. Cordialita' Gino

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
mi compiaccio per l' ottimismo con cui vede la vita, e l' ottimismo va coltivato sempre e comunque.
Le consiglio la visita di collega affinchè possa ottimizzare la terapia da darle. Di qua non è possibile
[#2] dopo  
Utente 947XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio il Dott. Cavallini per la Sua risposta cosi' veloce. Leggo che parla di terapia ...sentiro' quindi
un andrologo.
Conumque mi chiedevo, e mi chiedo ancora se, essendo (almeno credo) la caratteristica del medicinale in riferimento quella di vasodilatatore, esso possa avere conseguenze negative per un aneurisma dell'aorta addominale.
Ancora grazie e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'età non è assolutamente un limite alla ricerca di una attivita sessuale piacevole e gratificante.
Nella mia esperienza mi è capitato di operare anche pazienti di 83 anni ( perchè no se la cosa non crea danni ?) che desideravano avere rapporti soddisfacenti.
L'aneurisma non è una controindicazione all'uso del levitra che però dovrebbe essere prescritto da chi ha una conoscenza diretta e abbastanza completa del paziente.
Anche il suo medico di famiglia.
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quei farmaci non fanno nulla al suo aneurisma. Buobn Anno
[#5] dopo  
Utente 947XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio il Dott. Pozza per la consolante risposta e spero di approfittarne (sempre con la dovuta cautela).
Auguri di Buon anno anche al Dott. Cavallini che mi ha
ugualmente rassicurato.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ne approfitti: è stato calcolato lo stress della frustrazione da deficit erettivo procura un lavoro cardiaco 15-20 superiore alla fatica di un rapporto sessuale.
[#7] dopo  
Utente 947XXX

Iscritto dal 2008
Molto bene, mi pareva, ma non pensavo ad un rapporto aritmetico di tale fatta. Ancora grazie..allora.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
alla vita frenetica ci può abituare alla frustrazione no. Faccia sapere cfome vanno le cose