Utente 420XXX
Salve, premetto che non dovrei essere un soggetto a rischio, ma volevo comunque una rassicurazione se possibile riguardo a quello che è successo, oggi a pranzo ho mangiato un insalata di cavolo, saranno stati un 100grammi, o 200, quando ho finito ho sentito un leggere "intoppo" in gola, ma nulla che non sia passato poco dopo. Oggi pomeriggio son venuto a sapere che non era stato lavato in precedenza, ma erano state rimosse solo le foglie superficiali, è stato conservato 10gg circa sul balcone, chiaramente chiuso in una busta (con ste temperatura è meglio del frigorifero a momenti). Proviene da un supermercato quindi immagino siano controllati (?). Ad ogni modo, rischio di contrarre la listeriosi o qualche altro patogeno? Ho letto che il cavolo è uno dei principali "veicoli" e mi son spaventato leggendo i modi in cui si può manifestare questa malattia.

Dovessi fare degli esami del sangue dopo quanto li consigliate? 3-4 giorni?
Grazie per la vostra disponibilità e scusate per le domande banali.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la Listeria Monocytogenes è l'ultimo patogeno al quale penserei.
Tanto più che lei è immunitariamente competente e non è in gravidanza.
Tutt'al più c'è il rischio di una infezione intestinale ma anche questa è remota.
Se dovesse avere sintomi in tal senso potrà consultare il suo medico curante e raccontare l'accaduto. Potrà riferire anche a me se avrà piacere.
Ma l'invito è a stare tranquilla anche perchè attualmente non avrebbe senso fare alcun esame di alcun tipo.
Cari saluti.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta dottor Caldarola, però al massimo sono un signorE, anche se a 23 anni è un po presto :)

Per infezione intestinale intende la classica gastroenterite con mal di pancia e nausea? per quanto tempo dovrei tenere drizzate le antenne per eventuali disturbi intestinali? Nel dubbio ho preso comunque un probiotico.

Per la Listeria posso stare tranquillo? Purtroppo qua l'ansia galoppa dopo aver letto, magari erroneamente, l'associazione cavolo-listeria.

Intanto le auguro una buona serata.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
mi scusi per l'equivoco a volte capita.
Sostanzialmente per infezione gastro - intestinale intendo i classici sintomi come nausea, vomito, diarrea e dolori addominali.
Le antenne le può ritirare: tanto se le venissero i sintomi se ne accorgerebbe.
L'idea del probiotico è tutt'altro che malvagia: continui a prenderlo.
In quanto al Signore: io sono della vecchia scuola, un uomo di mezza età. Alle medie la professoressa di lettere ci dava del Lei.
L'appellativo utente non mi piace, dare del ragazzo come fanno alcuni colleghi è un atto di prepotenza intellettuale che non mi si addice: resta signore che secondo me si attaglia bene al soggetto di sesso maschile dalla maggiore età in poi.
Che poi Signori si nasca, come disse Totò nel celebre film, è vero: spero, anzi sono certo, che lei "lo nacque".
:)
Cari saluti.
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Grazie nuovamente per le risposte, mi ero allarmato perché dovendo iniziare, dopo una lunga ricerca durata quasi 2 anni, a lavorare lunedi, volevo evitare di presentarmi con dei problemi intestinali che sicuramente non sarebbero stati un fantastico biglietto da visita. :)

Ad ogni modo, vorrei approfittare, se possibile, della sua disponibilità per esporle un problema, magari riesce ad aiutarmi. Da quest'estate, a seguito di un presunta sindrome simil influenzale mi capita ogni 15 giorni/un mese di stare male e aver sintomi simili a quelli dell'influenza, problemi allo stomaco, mal di testa, vertigini e capogiri, brividi con mani e piedi gelate, anche se mi sembra di avere molto caldo in quei momenti, e infatti le guance son dei focolai, anche se la temperatura misurata è bassa 34.5/35. Ad agosto settembre invece si verificavano ogni settimana e duravano 3/5 giorni ma ultimamente si è abbassata di molto la frequenza e durano un giorno o qualche ora. Ho quasi sempre catarro in gola, o comunque la sensazione di averlo e a volte si chiude anche il naso.
Ho fatto esami del sangue sempre nella norma (pcr, ast, got, emocromo, mononucleosi), visite da otorini, e non hanno trovato niente, risonanza al cranio, tutto ok, hpylori negativo, rx torace tutto ok.

Tutto questo è iniziato durante un corso dopo aver passato una settimana attaccato a dei condizionatori spenti da chissà quanto. E dopo aver mangiato tre giorni da mcdonald(quindi non proprio salutare ecco)

Mi farà piacere se riuscirà a consigliarmi qualcosa, anche perché mi sono allontanato parecchio dal quesito iniziale, intanto la ringrazio nuovamente per disponibilità.

Cordiali saluti e buon fine settimana!
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
se gli esami ematochimici sono tutti negativi e se lei non ha mai temperatura, può trattarsi di fenomeni vasomotori di scarsa rilevanza clinica.
Ovviamente questa è solo una mera ipotesi: purtroppo nel consulto telematico manca la possibilità di valutare il paziente e questo è un grave handicap per il medico.
Credo poco ai condizionatori e alla frequentazione di Mac Donald: ad ogni modo se ha una rinofaringite cronica sarebbe utile una valutazione ORL.
Mi spiace non poterle essere di maggior aiuto.
Ma è l'intrinseco limite di un consulto web.
Mi tenga pure informato se vorrà.
Saluti cari.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Salve, sono dell'idea che è meglio aver un consulto in più, seppur limitato dal web, che uno meno quindi la ringrazio nuovamente per la risposta, le ho citato il condizionatore ed il mac perché sono state le uniche cose diverse fatte rispetto al solito, al condizionatore ci sono stato parecchio vicino e ci ho respirato "a pieni polmoni", senza sapere che poteva far danni. I fastidi sono iniziati al 3-4° giorno di frequentazione con leggeri capogiri e fastidi allo stomaco, oltre ad una minzione frequentissima, circa ogni ora mi sentivo la vescica piena e avevo sempre sete. Successivamente ho avuto un rialzo febbrile a 37.5, che non avevo menzionato prima, durato per una decina di giorni circa. Accompagnato da poca fame e da dimagrimento, ho perso 5 chili in neanche un mese, ho rimosso salumi e fritti dalla dieta quindi sicuramente avranno avuto il loro peso, e da dolori al collo che hanno fatto spuntare diversi linfonodi reattivi di circa 14/15mm. E a seguire i sintomi che le ho detto. Non ho fatto esami per pancreas, elettroliti, o bilirubina. Solo gli esami che le ho indicato nella risposta sopra. Andrebbero fatti? Se si, quali?

Gli otorini li ho sentiti e come le dicevo sto bene, non hanno rilevato niente dopo una rinofibroscopia e una laringofibroscopia a fibre ottiche. Pero mi capita comunque di avere bocca secca in concomitanza con il fastidio in gola, e quello dura qualche giorno invece di sparire subito.

Tamponi nasali, faringei e auricolari tutti non rilevano agenti patogeni, però non ho ricercato i miceti in quello faringeo.
Il mio medico con la risonanza alla testa voleva vedere i seni paranasali, però sul referto non sono riportati e lui non guarda le immagini, non vorrei ci fosse qualcosa li che è sfuggito.

Se può consigliarmi una strada, nuovi esami ematici, nuova visita orl, o altro gliene sarei grato, intanto le auguro una buona domenica.
[#7] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000

I Medici consulenti non possono rispondere a domande che mirino ad una diagnosi online, pratica vietata  dalle nostre linee guida 


Il consulto viene chiuso dallo staff
Cordiali saluti