Utente 479XXX
Salve, io ho la candida ed il mio compagno è affetto da mollusco contagioso. Vorrei sapere se il mio compagno può assumere un antimicotico durante il trattamento topico per il mollusco. Inoltre, c'è correlazione tra le due infezioni? Le abbiamo sviluppate entrambi dopo 2 giorni dal rapporto sessuale. Io sto già assumendo l'antimicotico mentre il mio compagno per il momento sta trattando il pube con semplici procedure di disifezione.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
che terapia sta effettuando il suo compagno per il Mollusco Contagioso?
Mi serve per escludere interazioni con l'antimicotico di cui la prego anche di riferire il principio attivo.
Non c'è correlazioni tra le due patologie: la repentina comparsa dopo due gg ritengo che si riferisca alla candidosi. Il mollusco ha tempi di incubazione più lunghi.
A presto.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio per la tempestiva risposta. Per il momento sta facendo un curettage del pube per rimuovere le papule, disinfettando poi con il Braunol. L'antimicotico che sto utilizzando è Elazor 200mg, che ha il fluconazolo come principio attivo. Ne approfitto per chiederle anche se è possibile eliminare la candida del mio partner limitandosi solo all'uso di una crema tipo gyno canesten, principio attivo clotrimazolo. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
faccia assumere l'Elazor al suo partner perchè le terapie topiche non garantiscono l'eradicazione della Candida nel maschio e rischiate di andare incontro a fenomeni di ping - pong.
Ovviamente dietro prescrizione del medico curante.
Non vi sono interazioni con il Braunol che sta usando.
Saluti.
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio infinitamente.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Saluti.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Gentile dottore,
mi scusi se la importuno di nuovo, ma approfitto della sua disponibilità per capire meglio alcuni aspetti delle patologie di cui sopra. In passato per curare la candida ho utilizzato l'antimicotico Diflucan 150mg ( sempre il fluconazolo come principio attivo), che contiene due capsule rigide. Sul bugiardino c'è scritto che per la candidiasi genitale occorre somministrare una singola dose orale da 150 mg per un solo giorno di terapia. A suo tempo il medico curante mi disse di prendere entrambe le capsule, una a distanza di 7 gg dall'altra. È certo che rispetterei la prescrizione del mio dottore, ma secondo Lei comunque ne basterebbe una? Ho notato che su internet la questione è dibattuta. Inoltre, per quanto riguarda il Mollusco, la scomparsa delle papule garantirebbe l'impossibilità di un eventuale contagio oppure comunque conviene procedere con l'assunzione di un antivirale?
La ringrazio
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
personalmente preferisco curare la Candidosi femminile con il Difluconazolo alla dose di 100 mg/die per 10 gg.
Il tasso di recidive nella mia esperienza è molto ridotto rispetto alla singola dose di 150 mg ripetuta dopo una settimana.
Se ha un partner deve curarsi anche lui, sebbene asintomatico. Per evitare il fenomeno del ping - pong.
Nel maschio asintomatico la terapia con la dose di 150 mg una tantum, ripetuta dopo una settimana può essere sufficiente.
Il mollusco è determinato da un Poxvirus verso cui viene elaborata una immunità specifica.
Spesso infatti si nota la regressione spontanea delle lesioni.
Se allo scucchiaiamento fa seguito la guarigione clinica senza recidive si può considerare il paziente non più infettante.
Non abbiamo peraltro antivirali efficaci contro i Poxvirus.
Le forme recidivanti possono avvantaggiarsi dell'imiquimod applicato localmente o dei retinoidi: ma sono terapie che vanno soppesate non certo per via telematica.
Cari saluti.
Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio.
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Buona serata.
Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Salve Dottore.
Scusi il disturbo. Torno a chiederle informazioni circa il Mollusco Contagioso.
Se le papule, apparentemente regredite dal pube ad eccezione di qualcuna, dovessero comparire in altre parti del corpo, come occorrerebbe comportarsi? Inoltre, secondo lei, qual è la terapia topica più efficace per debellare il virus.
La ringrazio anticipatamente.
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
le lesioni che insorgessero per autoinoculazione vanno trattate come le altre.
E' lo specialista che di volta in volta decide quale trattamento adottare: lo scucchiaiamento è ancora efficace nell'attesa che l'organismo monti una risposta immunitaria contro il Poxvirus.
Esistono molteplici terapie topiche che vantano proprietà antivirali dirette e indirette: ma anche la scelta eventuale di una di queste molecole non può avvenire per via telematica.
L'ìnvito è peraltro alla pazienza e alla tranquillità: in soggetti normali come lei la patologia guarisce spontaneamente e non sono note complicanze.
Finanche nei bambini che non di rado contraggono dai genitori il mollusco, asportate le lesioni di maggiore dimensioni si osserva in tempi variabili la completa regressione del quadro clinico.
Cari saluti.
Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Ancora grazie.
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Saluti.
Caldarola.