Utente 479XXX
Salve, ho una figlia di 15 anni nuotatrice si allena 2 ore al giorno. A Gennaio del 2017 era molto stanca, aveva mal di gola, dolore a la milza mal di testa e dolore al corpo. I medici non sapevano che avesse, abbiamo sospettato della mononucleosi perchè 2 compagni di nuoto c'è l'avevano, la ecografia a la milza erano ok. A Giugno del 2017 le sono state fatte gli analisi di sangue

VCA IgG. 22.52. Negativo: < 0.75
Dubbio : 0.75-1.00
Positivo :> 1.00
VCA IgM. *2.02. Negativo: < 0.50
Dubbio : 0.50-1.00
Positivo : >1.00
Si è riposata ad Agosto e a Settembre ha ricominciato gli allenamenti di nuoto, però a ottobre-novembre lei ha ricominciato a essere stanca e le gare andavano male, il medico sportivo ci ha consigliato che si riposasse ancora un altro mese. Abbiamo ripetuto a Dicembre le analisi

VCA IgG. 17.46. Negativo: 1.00
VCA IgM. *1.85. Negativo: < 0.50
Dubbio: 0.50-1.00
Positivo: >1.00
Lei non fa nuoto dal 22 di dicembre fino adesso ( 4 febbraio )
E abbiamo ripetuto gli esami i risultati al 3 Febbraio 2018 sono:

Sierologia e Virologia
anti-VCA IgG presenti * Chemiluminescenza gius
43.9 * U/mL. Assenti < 20
Presenti >= 20
anti-VCA IgM
presenti *
62.0 * U/mL. Assenti < 20
Dubbi 20 - 40
Presenti > 40
esame ripetuto
anti-EBNA IgG presenti *
314.0 * U/mL. Assenti. < 5
Dubbi. 5 - 20
Presenti > 20

Non capisco bene perché ancora non si abbassano i valori del VCA IgM. Lei a volte a mal di testa. È il caso di fare altri esami più aprofonditi forse vedere gli linfonodi?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
se dopo un anno sua figlia ha la presenza ancora di IgM anti VCA, è verosimile pensare che sia affetta da una forma di mononucleosi a lenta risoluzione o cronicizzata.
In tali casi sono consigliabili indagini molecolari, come la ricerca dellEBV DNA con tecnica PCR real time, lo studio delle sottopolazioni linfocitarie, tanto per citargliene due, che sarebbe meglio sua figlia eseguisse presso un ospedale Infettivologico che nella sua città non manca sotto la direzione di un Infettivologo non virtuale.
Ciò vale anche per eventuali decisioni terapeutiche che non possono prescindere da una valutazione anche clinica della paziente.
Buona domenica.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille, per la sua risposta. Quindi per adesso non può re iniziare l'allenamento a nuoto?. La porto subito dal medico di base, la cosa più importante è fare tutti gli esami e poi pensare al nuoto.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lascerei stare il nuoto per il momento.
E' meglio chiarire il problema infettivologico e poi potrà ritornare alla sua preferita attività sportiva.
Saluti.
Caldarola.