Utente 479XXX
Buongiorno.
Sono incinta alla 9 settimana.
Mia sorella ha contratto herpes zoster.
Dai ricordi di mia madre, dovrei aver contratto la varicella da bambina.
Ho intenzione di fare l'esame delle IgG del virus della varicella per averne la certezza.
Se l esame confermerà che sono effettivamente immune alla varicella, posso avere tranquillamente contatti con mia sorella, anche toccare asciugamani usati da lei, abbracciarlo, eccetera oppure è bene che comunque le stia lontana?
E in quest'ultimo caso, fino a quando? Devo attendere che i segni sulla sua cute scompaiano del tutto?
Molte grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
se risultasse immune alla varicella con un buon titolo di IgG anti VZV e assenza di IgM non ci sono problemi ad avvicinarsi alla sorella con lo Zoster.
Per quanto riguarda l'asciugamano, sono del parere che ciascuno debba avere i suoi effetti personali da bagno: questo vale anche per gli ascuigamani e l'accappatoio e come regola generale, fuori del caso di specie.
Nulla osta ad abbracciare la sorella se risulterà immune.
Cari saluti.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio molto per la celere risposta.

Ho un ultimo dubbio: posso eseguire solo il test delle IgG per essere certa di essere immune alla varicella, oppure è necessario testare anche le IgM?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
li faccia entrambi.
Buona serata.
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno

mi scuso, approfitto della sua disponibilità.

Ho appena ritirato degli esami del sangue per gli autoanticorpi (un ampio pannello di esami) che mi erano stati prescritti perchè sono affetta da tiroidite di Hashimoto (lieve, quasi asintomatica) e da morfea (sclerodermia localizzata).

I risultati sono che i valori sono tutti a posto a parte gli anticorpi contro la tiroide, e gli anti dsDNA . il range è 0-10 e il mio valore è 12.

Mi sono molto preoccupata circa il significato di questo valore, e l'endocrinologa che mi ha visitato oggi mi ha detto che ''questo valore è da tenere sotto controllo e che può significare tutto o niente''.

Mi ha molto allarmato, sia circa l'evoluzione della gravidanza che per la mia salute personale.....ho molta paura: è probabile che incorra in patologie gravi di tipo autoimmune? e quali?

grazie infinite
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
attualmente il titolo degli anticorpi anti DNA - ds, ai valori riscontrati (sostanzialmente ai limiti alti del range di normalità), in assenza di sintomatologia clinica, in assenza di altre alterazioni del pannello di autoimmunità ed in presenza di una tireopatia autoimmune nonchè di una "Morfea, non hanno nessun significato clinico nè vi sono i presupposti per trasmettere al paziente un messaggio sottilmente catastrofico. Sempre che questo sia stato fatto e non sia una sua personale percezione.
Come una rondine non fa primavera un dato di laboratorio alterato minimalmente non fa la malattia ma va sempre contestualizzato nella situazione clinica del paziente che si ha davanti.
E' bene che si ritorni ad una Medicina che cura il malato e non la il dato di laboratorio.
Perciò stia tranquilla perchè io non vedo ragioni per non esserlo: farà i controlli come li fa per la tiroide e verosimilmente è possibile che la prossima volta l'alterazione del dato non sia più presente.
Se si dovessero allarmare i pazienti per ogni dato fuori range che si riscontra si decuplicherebbero le schiere di patofobi che già ci sono.
Ho sempre dissentito dalla frase pilatesca "può essere tutto e niente" proprio perchè allarmante e insignificante nella sostanza. E' un lavarsi le mani senza volersi esporre. Non sono d'accordo.
Si tranquillizzi, pertanto.
Cari saluti
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno dottore

La ringrazio molto, anche a nome del mio piccolo :-) per la risposta equilibrata e tranquillizzante.

Gli esami erano tutti nella norma, c'era un anticorpo con titolo 1:80 e poi questi ds DNA a 12, io ho supposto che i due dati fossero legati tra loro.
E poi c'era alto il valore dell'anticorpo contro la tiroide, ma quello già lo sapevo.

In ogni caso venerdì consulterò una reumatologa, che mi vede anche nell'ottica della mia gravidanza.

Molti saluti
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Carissima,
mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Non mancherò! !!!!

Ancora tante grazie !
[#9] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno.
Volevo dirle che la reumatologa mi ha rassicurata, non ha parlato di scenari catastrofici futuri, e per quanto riguarda la gravidanza, quando farò il bi test se dovesse essere riscontrato un problema nel flusso fetale, assumero aspirinetta.
Di fatto ad ora la mia problematica di tipo autoimmune è fondamentalmente lla tiroidite di Hashimoto.
Spero di riuscire a tenere sotto controllo altre problematiche altamente invalidanti di questa origine...

Grazie ancora
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Oh carissima,
sono contento che abbia trovato una reumatologa intelligente.
Ma mi faccia rivendicare la mia lungimiranza!
:))
Stia tranquilla: lo stress non giova a nulla e la Tiroidite è patologia frequentissima e per nulla allarmante.
Vedrà che non avrà problemi di sorta.
La saluto caramente e le auguro un buon w.e.
Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Grazie!!

Non l avevo poi aggiornata sui risultati dell esame del sangue sugli anticorpi contro la varicella: le IgM.erano.negative, le IgG >'1500.

Buon weekend a lei !!!
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Perbacco!!
Con 1500 di IgG VZV è protetta in modo assoluto.
Tanti carissimi saluti.
Caldarola.
[#13] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno

mi scusi se la disturbo ancora e approfitto della sua disponibilità.

leggendo su internet, ho visto che in molti casi in donne incinte con problematiche autoimmuni anche molto lievi (come nel mio caso, ANA 1:80 e tiroirdite autoimmune), a scopo preventivo viene somministrato fin dall'inizio cortisone e aspirinetta.

la reumatologa che mi ha visitata, invece, come le dicevo, mi ha solo detto di attendere il bi test e se in quell'occasione si fossero riscontrati problemi di flusso al feto, farmi prescrivere e assumere aspirinetta.

Mi domando se non sia stata una valutazione superficiale, voglio dire: al bi test, cioè alla 12ma settimana compiuta, non sarà un po'tardi?
Non sarebbe stato meglio farmi assumere da subito aspirinetta e eventualmente cortisone?

la ringrazio molto per l'ascolto e la pazienza
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
non è afatto tardi alla 12ma settimana.
Occorre che si possa valutare con il doppler il flusso ematico e solo se questo sia entro limiti critici provvedere alla disaggregazione o alla somministrazione di Eparina frazionata a dosaggi bassi che ha il vantaggio di essere più efficace e scevra da ogni potenziale problema di teratogenicità.
La terapia cortisonica deve essere considerata con attenzione e scrupolo in gravidanza.
Saluti cari.
Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio molto, è stato gentilissimo come sempre.


le farò sapere l'evoluzione, pregando e sperando che vada tutto bene

molti cari saluti
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Cari saluti anche a lei.
Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 479XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno.
Mi scusi se la disturbo ancora e approfitto della sua disponibilità..
Sono preoccupata...
Dagli esami effettuati alcuni mesi fa, sono immune alla toxoplasmosi ma con IgG solo pari a 30.
La mia ginecologa mi ha consigliato di evitare comunque carne non cotta e frutta e verdura non lavati perché non è esclusa la possibilità di un ri contagio.
Questa sera stupidamente ho mangiato un po' di tartare.
Secondo lei devo ripetere il test della toxo per vedere se per caso le IgM si sono alzate e correre ai ripari in questo caso?
Grazie infinite