paura  
 
Utente 325XXX
Salve dottori vi scrivo piuttosto agitata. Purtroppo soffro da anni di onicofagia che non riesco proprio a controllare soprattutto in questo periodo di forte stress. Da una settimana ho i pollici pieni di taglietti perche' mi tiro le pellicine e sto continuamente a medicarmi con ancqua ossigenata, tintura incolore e spesso mi medico con il gentalyn e poi metto i cerotti. Ieri sera dopo circa 2h che avevo messo il gentalyn e il cerotto ho sentito un dolore davvero molto forte all'ughia. Il dolore e' paragonabile a quando cade qualcosa di veramente pesante ad esempio sull'unghia del piede e rimane quel dolore molto forte. Mi sono davvero impanicata, ho tolto il cerotto e mi sono accorta che avevo una macchiolina bianca sul dito (non dove ho le ferite) e delle macchie bianche sull'unghia che e' dolorante al tatto. Ho letto su internet che un dottore proprio di questo sito sconsigliava categoricamente il gentalyn nel caso di infezioni ma che anzi possono portare alla comparsa di MRSA o Superbag e si rischia addirittura la morte. Mi e' mancato il respiro dalla paura. Ho subito sciacquato e immerso le dita nell'acqua e sale. Ora il dolore e' passato un po'. Secondo voi i miei sintomi di dolore e di queste macchioline bianche possono essere causate dall'MRSA ? Come faccio a scoprirlo ? E non mi spiego perche' per la 2 volta quando metto il gentalyn mi viene il dolore all'unghia e mi compaiono queste macchie bianche. Vi prego aiutatemi a capire :(
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazza

Ha probabilmente letto troppe "super-informazioni" su internet

Lasci da parte l'ansia, cerchi di non mangiare più le unghie in quel modo e contatti il suo medico di famiglia o il suo dermatologo per ottenere la miglior medicazione per questo problema.

Le speci batteriche metà villino resistenti non possono provocare infezioni mortali dalla sede del perionichio, salvo gravissimi casi di soggetti immunodepressi e/o defecati da gravi malattie.

Saluti
Dr Laino