Utente 201XXX

Gentili medici,
sono qui a richiedere un Vs. cortese parere.

Soffro da anni di colesterolo di carattere ereditario che non sono riuscito ad abbassare né con la dieta e né in combinazione con attività fisica effettuata 3 volte la settimana per circa mezz'ora (jogging).

I miei valori erano:

  • colesterolo totale 280/290
  • hdl 50/55
  • ldl 160
  • trigliceridi quasi sempre nella norma.

Da circa 5 anni assumo rosuvastatina e i valori si sono attestati nei seguenti valori medi:

  • colesterolo totale 190/200
  • hdl 60/70
  • ldl 120/130.

Ho sempre assunto il Provisacor da 10 mg e recentemente, a causa della mancanza del farmaco in farmacia, il crestor 10.

Da quando assumo il crestor ho dei fastidi muscolari abbastanza severi. Dolori al braccio destro, a metà tra la spalla e il gomito, e una contrattura muscolare alla schiena che peggiora la mia cervicale. Non avevo mai collegato le due cose, ma in questi ultimi 3 giorni che non ho assunto il farmaco, i dolori sono quasi scomparsi.

Ne parlerò col mio medico dopo le feste, ma intanto mi piacerebbe sapere se è possibile che il cambio si medicinale (credo che si tratti di 2 prodotti che hanno lo stesso principio attivo) possa avere scatenato questi effetti e se la risposta fosse negativa, se l'assunzione del farmaco sopracitato, possa dare effetti collaterali simili ai miei col passare del tempo.

Sarei curioso di riassumere il farmaco per vedere se questi effetti si rievidenziassero.
In questo periodo, tra l'altro, assumo anche un antidepressivo, cymbalta 60 mg al giorno, e sto effettuando una riduzione di benzodiazepine (diazepam).

Soffro di sporadiche disfunzioni erettili che imputavo all'antidepressivo, ma ho letto che anche le statine possono dare questi problemi. E' vero?

Vi ringrazio per la Vs. cortese attenzione augurando a tutto Voi buon anno.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il principio attivo dei farmaci da lei assunti e' lo stesso: rosuvastatina. In linea generale, le statine possono provocare, durante la loro assunzione, danni muscolari, che possono essere valutati mediante il dosaggio di alcuni enzimi muscolari presenti nel sangue (CPK). Circa le sporadiche disfunzione erettili da lei riscontrate, le statine possono, in rari casi, essere causa di polineuropatia, tuttavia prima di imputare loro un particolare ruolo in tale problema, e' utile consultare un andrologo.
Cordialmente,










[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille, dottor Martino.
Sono 5 giorni che non assumo rosuvastatina e devo dire che i dolori muscolari sono notevolmente migliorati. Dopo domani andrò a parlare col mio medico. Gli chiederò anche di effettuare le analisi di routine che periodicamente faccio, per controllare i livelli di colesterolo, cpk e ck.
Per le disfunzioni erettili, credo che possa essere più un effetto degli antidepressivi che tra poco dovrei smettere. Nel caso la situazione non migliorasse, mi rivolgerò ad un adrologo.
Per il resto, volevo sapere, se era possibile, se l'Inegy, un farmaco anticolesterolo prescritto a mia madre da uno specialista cardiologo, dato che ha il mio stesso problema di colesterolo, potrebbe essere un farmaco che meno incide sui dolori muscolari.

Buone feste a tutti e buon lavoro.
Un grazie anticipato
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, anche tale farmaco di combinazione
(simvastatina + ezetemibe) puo' determinare tra gli effetti collaterali danno miocitario.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio di nuovo, gentile dottor Martino.
Per la sua gentilezza e disponibilità. In settimana andrò a parlare col mio medico per riuscire a trovare una soluzione. Il tipo di statine che assumevo mi davano davvero fastidio. In questi 6 giorni che non le assumo sto davvero molto meglio. Ma so anche che devo tenere a bada il mio colesterolo.

Buon lavoro