Utente 322XXX
buongiorno dottori,
vi spiego il mio problema,
lavoro nella mia azienda da più di 7 anni, e da circa 1 anno mi hanno trasferito di sede, creando non pochi problemi.
da quando mi trovo in questa nuova sede, per poterla raggiungerla impiego circa 2 ore e mezza/3 ore all’andata e lo stesso al ritorno, con parecchi cambi di mezzi pubblici.
ciò mi sta comportando un forte stress psicofisico ovvero:
forte ansia, forte stanchezza, nausea, vomito, vertigini, vista offuscata, e anche piccoli segnali dermatologici.
ho fatto tutti i controlli necessari per capire se c’erano altre patologie, negativo.
in pratica è un grosso esaurimento dovuto a questa situazione.
vorrei capire come poter controllare i sintomi.
grazie
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno,
per prima cosa consulti il medico competente dell'azienda e gli illustri il problema, verificando se può aiutarla-
Non sempre tuttavia il medico del lavoro è presente in azienda, non essendo obbligatorio se non ci sono rischi per la salute dei lavoratori.
Può tuttavia rivolgersi al Centro Regionale di riferimento per lo Stress lavoro-correlato della Regione Lazio, presso ASL 2 di Roma (http://centrostresslavoro-lazio.it/), per avere un parere su come affrontare la situazione anche nei confronti dell'azienda.
Devo comunque dirLe che se i problemi derivano dall'effettiva distanza del nuovo posto di lavoro non sono di facile soluzione se non risolvendo il problema alla radice.
Si possono mettere in campo azioni cosiddette di "Coping" che aiutano psicologicamente ad affrontare la situazione in termini più positivi e a governare meglio i sintomi, ma certo non risolvono i problemi connessi a 3 ore di viaggio!
Tali azioni possono essere consigliate e attuate dal Centro di cui sopra o da un buon psicologo del lavoro.

Spero di averLe dato qualche utile indicazione e cordialmente La saluto
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la sua gentile risposta dottore.
seguirò il suo consiglio.