Utente 953XXX
Salve,

ho 28 anni e faccio una vita sedentaria, sono leggermente in sovrappeso (165cm, 69kg).

Quattro anni fa ebbi un periodo di coliche renali fortissime, e l'ecografia mi diagnosticò solo della "renella".

Ora, da un paio di settimane, sono tormentato da nuove coliche al lato dx. Al pronto soccorso, tramite ecografia mi hanno diagnosticato una "presenza" di 6mm annidata nel rene destro. Mi hanno prescritto buscopan e voltaren in caso tornassero i dolori.
E' da specificare che io urino tantissimo, soprattutto dopo aver bevuto più acqua del normale (ad esempio a pranzo, mezzolitro) poi lo elimino tutto nell'ora successiva. urino a distanza di 10-15 min l'una dall'altra.

Ora le coliche mi stanno tormentando, e più che altro fastidiosi dolori alle vie urinarie...come se pezzi di calcolo volessero uscire.

Vi chiedo: che diagnosi fareste? Sono calcoli o può essere cistite?

Le analisi del sangue : (

Creatinina 1,01 mg/dl (met. al picrato)

FORMULA LEUCOCITARIA:
Neutrofili: 47
Linfociti: 38
Eosinofili: 9
Basofili: 0
Monociti: 6
----------------
Ematocrito: 46%)

evidenziano il valore di Eosinofili sempre PIU' alto del normale. E' più di un anno che analisi distanziate di mesi, tra di loro, evidenziano questo valore...
Cosa vuol dire?

In sostanza, cosa mi consigliate di fare? Altri controlli? Sono calcoli o cistite? o Altro?

Grazie del Vs. prezioso aiuto.


[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
16% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

in effetti l'ipotesi più verisimile è che si tratti di renella; naturalmente non è possibile fare diagnosi via web!
Ciò detto, fare movimento e bere più acqua del solito non può fale male. Tenga inoltre conto almeno dei fattori rischio per nefrolitiasi che lei stesso ci ha segnalato: sedentarietà e sovrappeso.
Una valutazione urologica o nefrologica dovrebbe essere in grado di meglio definire il quadro.
[#2] dopo  
Utente 953XXX

Iscritto dal 2009
Che esami mi consiglia di fare?
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
16% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le suggerirei di discuterne con l'urologo che la seguirà; in genere si tratta di esami del sangue e delle urine che indagano aspetti inerenti il metabolismo in particolare di calcio ed acido urico, oltre ad indagare i livelli urinari di fattori favorenti e inibenti la formazione di calcoli urinari.
[#4] dopo  
Utente 953XXX

Iscritto dal 2009
Volevo ringraziarla ancora per la sua gentilezza e chiedere ancora: cosa potrebbe essere il fastidio continuo, tipo pulsazione, verso i genitali? Il calcolo che vuole uscire oppure una cistite?
Grazie mille, davvero.
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
16% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'ipotesi più probabile è qualcosa che sta per uscire, ma è solo un'ipotesi: il web ha i suoi limiti!