Utente 953XXX
Salve quando faccio sforzi e quando provo delle emozioni ho dei dolori al petto che si irradiano dietro alle spalle fino alla giugulare del collo, e ho elevati battiti cardiaci.
Mi sono recato al pronto soccorso dove mi hanno fatto un elettrocardiogramma risultato positivo, e radiografia del torace risultata anche positiva e le seguenti analisi del sangue:
EMATOLOGIA i risultati rientrano nella norma
COAGULAZIONE i risultati rientrano nella norma
CHIMICA CLINICA:
OMEOSTASI GLUCIDICA (P-Glucosio esochinasi 127 valori di riferimento (65-110)
FUNZIONALITà RENALE nella norma solo la P-UREA 52 val di rif. <50
P-BILIRUBINA TOTALE E DIRETTA VALORI NELLA NORMA
DIAGNOSTICA DEL PANCREAS ESOCRINO E TRATTO INTESTINALE VALORI NELLA NORMA
ENZIMI VALORI NELLA NORMA
METABOLISMO DEL CALCIO E DEL FOSFORO VALORI NELLA NORMA
BIOCHIMICA DEL CUORE NELLA NORMA
DIAGNOSTICA INFIAMMATORIA E IMMUNITARIA NELLA NORMA
Circa un anno fa ho effettuato un echocuore e visita cardiologica risultato bene, anche le analisi della tiroide (T1t2t3...) risultati nella norma.
HO 32 anni
peso 87 kg
pressione 81/130 battiti 90 (all'ospedale la pressione è risutata molto alta 100/160 e i battiti 130)
mi dicono che sono crisi d'ansia, cosa che sinceramente mi porto da 20 anni della mia vita purtroppo e non ce la faccio +, sono stanco di vivere in questo modo non riesco a fare dei progetti senza la paura che mi puo succedere qualcosa.
cosa devo fare
datemi una piccola indicazione
vi ringrazio anticipatamente e vi saluto
L.M.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,purtroppo le crisi o lo stato ansioso in genere sono delle patologie che spesso non hanno nulla a che vedere con una anomala attivita' cardiaca. Infatti, lo stato ansioso determina una iperesaltazione dell'attivita' nervosa che determina a livello cardiaco un'aumentata frequenza cardiaca (tachicardia) e il possibile innesco di extrasistolia, a livello sistemico
sudorazione, tachi e polipnea (respiro rapido e frequente), esaltata attivita' intestinale (in taluni casi diarrea) ecc...
L'unica cura e' purtroppo il self-control, ossia l'autogestione della propria emotivita'. Si iscriva ad un corso di yoga, ad es., oppure ad uno di ginnastica (tipo pilates) in voga in questi tempi prima di dover assumere necessariamente una terapia ansiolitica. Infine, se proprio volesse un consiglio medico, si rivolga anche ad uno psicologo.
Saluti