Utente 953XXX
Gentilissimi Professori,ho 42 anni e sino a qualche anno fa' avevo un'attività sessuale intensa nel senso che riuscivo ad avere piu' di 2 o 3 eiaculazioni distanziate di circa 30 minuti un ora massimo ,durante un rapporo intimo .
Ora riesco con la prima erezione ,ma ho seri problemi se devo averne una successiva.
Il mio pene difficilmente si irrigidisce dopo la prima eiaculazione e i tempi si sono enormemente allungati anzi ho bisogno di diverse ore di riposo.
Quali potrebero essere le cause, ci sono eventuali rimedi?
Premetto che non fumo e non bevo e sono estremamente sportivo.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la fisiologia del meccanismo erettile non prevede la necessaria ripetizione del coito ne',tantomeno,uno spazio temporale minimo tra un coito ed il successivo (periodo refrattario).Spesso un uomo si sente "in dovere" di ripetere il coito in quanto il primo e' si e' risolto precocemente.Con la maturita' sara' sempre più' difficile ripetere sistematicamente il coito e l'accanimento può determinare un fenomenco congestizio/infiammatorio della prostata e vescicole seminali,preposte alla produzione dello sperma.Approfitti per farsi visitare da un andrologo esperto.Cordialita' ed auguri.

[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

quanto ci descrive appare come una normale modifica dell'attività sessuale nel tempo; con l'età è normale che aumenti la durata del cosiddetto "periodo refrattario", durante il quale non è possibile avere un secondo rapporto. Non tutto però va male con l'età, infatti tende a migliorare il controllo eiaculatorio.
Se le nostre spiegazioni la soddisfano conviva con la sua situazione; se per lei è estremamente disagevole non riuscire ad avere un secondo rapporto, ne parli direttamente con un Andrologo.