test  
 
Utente 484XXX
Buinasera,
A seguito di un rapporto a rischio (rapporto orale attivo), a 10 settimane ho effettuato i test per hiv e sifilide.
Premetto che mi trovo all'estero. Per quanto riguarda il test hiv si trattava di un test di quarta generazione per cui so che a 70 giorni (10 settimane) è definitivo.
Rimango però con il dubbio della sifilide. Il foglio con i risultati riportava la seguente dicitura in merito alla sifilide:
CLIA total antibodies, Result: non reactive.
Posso ritenere questo esame definitivo a 10 settimane dal rapporto a rischio?
Grazie per la disponibilità.
Un cordiale saluto
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Certamente,tanto più in assenza di terapie ATB intercorrenti.
Cordialmente Dott.G.Griselli
[#2] dopo  
Utente 484XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille per la celere risposta. Non ho preso nessun antibiotico in questo periodo.
Mi chiedevo, con un test di questo tipo, qual è il periodo finestra?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
In 3 ,max 4 settimane sono leggibili,con alta specificita e sensitivita '
Cordialmente Dott.G.Griselli
[#4] dopo  
Utente 484XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille Dottore. Le ho fatto questa domanda perché ho letto diversi consulti in cui si leggeva che per l'esame della sifilide erano consigliati due esami da effettuare insieme, ovvero tpha e vdrl.
L'esame da me eseguito non è ne l'uno ne l'altro? È comunque un esame affidabile?
Lei mi consiglia di effettuarli o con l'esame da me effettuato a 70 giorni (anticorpi totali CLIA) posso stare tranquilla e archiviare la questione?
Tutti questi esami differenti mi hanno fatta andare in confusione. Al centro al quale mi sono recata hanno effettuato questo come screening ma non mi hanno indicato nessun periodo finestra.
Grazie per la disponibilità.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Affiancare un esame non treponemico come VDRL è in realtà utile per il follow up ,in caso di positività .
In effetti io preferisco fare così. Però stia comunque tranquilla sul fatto che non è stata contagiata
Cordialmente Dott.G.Griselli
[#6] dopo  
Utente 484XXX

Iscritto dal 2018
Dott. Griselli, la ringrazio molto. Mi scusi se abuso ancora della sua disponibilità, ma avrei un'altra domanda da porle.
Non devo quindi ripetere alcun esame a 90 giorni?
Mi è venuto un po' il panico che qui non abbiamo effettuato i due test che sono di "routine" in Italia (e che anche lei consiglierebbe).
Che tipo di esame è quello da me effettuato?
Grazie ancora per la disponibilità.
Buona serata.
Cordiali saluti