Utente 278XXX
Buon giorno
Ho effettuato una visita cardiologica a seguito di due episodi di FA (Terapia in corso ASA) , Il cardiologo ha richiesto l'esame della tiroide con i seguenti risultati:

FT4 0.90 (valori 0.78-2.19)
FT3 4.38 (valori 2.77-5.27)
TSH 0.46 (0.465-4.680) questo valore sul limite basso per il medico potrebbe essere la causa degli episodi di FA e quindi tenderebbe a valutare un terapia a base di Tapazole.
è necessario approfondire con ulteriori esami o è corretta la valutazione ?

PS mia sorella è in cura da diversi anni per ipertiroidismo (può esserci familiarità?)
Grazie
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Stefano Taglianetti
16% attività
4% attualità
0% socialità
TITO (PZ)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2018
In linea di massima, il riscontro agli esami ormonali di TSH basso o indosabile in concomitanza con ormoni tiroidei nella norma, identifica la condizione di ipertiroidismo primario subclinico il quale, soprattutto nei pazienti anziani, potrebbe creare delle problematiche sull'apparato cardiovascolare e sulla mineralizzazione ossea.
Prima di prendere in considerazione un trattamento per l'ipertiroidismo subclinico, tuttavia, vanno escluse cause transitorie di soppressione del TSH e arrivare ad una diagnosi corretta che si avvale, oltre che di anamnesi e valutazione clinica dettagliate, di esami ormonali, dosaggio autoimmunità tiroidea, ecografia tiroidea e scintigrafia tiroidea.
Detto questo, gli esami che Lei riporta dimostrano un TSH intorno al limite inferiore di riferimento con ormoni tiroidei nella norma. A mio avviso al momento sarebbe più utile eseguire una consulenza endocrinologica e ripetere una valutazione della funzionalità tiroidea con dosaggio degli anticorpi anti-tiroide e una ecografia tiroidea. L'esito di tali esami guiderà il successivo iter diagnostico-terapeutico.
Cordialmente,