Utente 246XXX
Mia zia, 83 anni, ha subito dal suo dermatologo l'elettrodissecazione di una verruca sorta sulla natica, in prossimità dell'ano. Riporto quanto indicato nel referto dell'esame istologico. Materiale inviato: cute natica sx-biopsia escissionale; T: Cute del gluteo; M: Carcinoma squamoso microinvasivo; Descrizione Macroscopica: Frammento cutaneo laminare delle dimensioni di cm 1 x 0,9 di colorito grigio-biancastro; Diagnosi: Carcinoma squamoso in situ con aspetti verrucosi e con iniziale infiltrazione dermica. La lesione giunge in prossimità dei margini di escissione.
Vorrei sapere se è necessario intervenire chirurgicamente per asportare ulteriore tessuto limitrofo o tenere la situazione sotto controllo, come consigliato dal dermatologo. E' consigliabile una ecografia ai linfonodi inguinali o all'addome oppure un consulto oncologico? Grazie!
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

A mio avviso, visto il referto istologico che indica, riterrei assai opportuna una revisione chirurgica per radicalizzare la lesione colpita dal tumore, oltre alla valutazione di altre indagini non invasive in primis per stadiare la condizione (a partire dalle ecografie dei linfonodi iuxtaregionali)

Ne parli subito con i medici che seguono la signora.

Saluti
Dr Laino