Utente 486XXX
Buongiorno Dottori,
Avrei bisogno di un chiarimento. Mio figlio di 13 anni è astigmatico e porta gli occhiali da diversi anni. Annualmente facciamo sempre una visita oculistica per controllare l'astigmatismo e per vedere se gli occhiali (lenti) sono adatti o sono da cambiare.
Nell'ultima prescrizione l'oculista ha indicato:
A PERMANENZA (sistema internazionale)
O.D. Sf // Cil -2,25 Asse 170° quindi lente da cambiare
O.S. invariato quindi va ancora bene la lente in uso
Una settimana fa andiamo dall'ottico e ordiniamo la lente destra nuova. Appena messa la lente mio figlio dice che c'è qualcosa che non va. Non vede bene. Pensiamo che forse si deve abituare per cui torniamo a casa. Anche il giorno dopo si lamenta dicendo che non vede bene con l'occhio destro da lontano soprattutto le scritte: le scritte sui cartelli stradali li vede solo se siamo già vicino, da lontano le vede sfuocate. Non vede le scritte sulla lavagna (vede sfuocato). Non vede le scritte se guarda la televisione ad una distanza di circa 3 metri, ecc. Inoltre gli viene il mal di testa.
Il giorno dopo torniamo dall'ottico e facciamo presente la problematica. L'ottico controlla la lente per vedere che corrisponde esattamente alla ricetta prescritta dall'oculista. E conferma la corrispondenza.
A questo punto non resta che controllare se la prescrizione sia stata fatta correttamente. L'ottico controlla il ragazzo e questo è il risultato:
O.D. Sf // Cil -2,25 Asse 5°
Quindi c'è una differenza enorme di asse tra quello che ha scritto l'oculista (170°) e quello che dice l'ottico (5°).
A questo punto vado a vedere la prescrizione fatta nel 2016 da un'altro oculista dove era scritto:
PER DISTANZA (sistema internazionale)
O.D. Sf // Cil -2,25 Asse 5°
O.S. Sf -0,50 Cil -2 Asse 10°
Quindi l'ottico conferma le lenti del 2016 e non la nuova prescrizione. Nessuna lente andava cambiata! Intanto però la lente destra è stata cambiata per una prescrizione sbagliata. E abbiamo anche pagato una lente sbagliata. E abbiamo dovuto rifare e ripagare una lente corretta, come quella precedente, che sfortunatamente non avevamo tenuto, perchè nessuno si aspettava una cosa del genere!
Come è possibile che l'oculista faccia un errore di asse così grossolano? Premetto che quando mio figlio è stato visitato, in studio dall'oculista c'era anche una ragazza in stage che stava imparando il mestiere di oculista sulla pelle di mio figlio. Si tratta di una visita in libera professione.
Grazie mille per i pareri che mi potrete dare.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
gentile signora

mi pare che il suo figliolo sia Astigmatico.

E questo e’ un dato facilmente appurabile durante una valutazione clinica oculistica e una autorefrattometria computerizzata eseguita dall’ottico.

Sono convinto che le competenze delle 2 categorie siano davvero diverse.

Ora c’e’ da stabilire se l’asse giusto sia 170 o 5 gradi in OD
e questa risposta gliela deve fornire il suo medico oculista o un altro medico oculista, non altre figure!

Tutti i medici oculisti sono assicuati per cui se ci fosse un errore non penso ci sia alcun problema di rimborso.

Ma lei e’ davvero sicura che la lente prescritta dal medico oculista non sia stata montata in maniera ERRATA dall’ottico?


buona serata

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico di base curante. I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione. Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online.
[#2] dopo  
Utente 486XXX

Iscritto dal 2018
Egregio Dottore,
Grazie mille per la risposta!
Sicuramente è mia intenzione approfondire l'argomento. E' che non c'è stato tempo in quanto il problema della lente è successo in questi giorni.
Sono d'accordo che le competenze delle due categorie sono diverse. Proprio per questo motivo porto tutti gli anni mio figlio ad una visita dall'oculista perchè ha più competenze e fa una visita più approfondita.
Sinceramente non ho pensato alla lente montata in modo non corretto.
Diciamo che di fronte alle difficoltà visive di mio figlio, l'ottico ha fatto la stessa "prova" dell'oculista per stabilire l'asse dell'occhio destro di mio figlio e ha constatato che con 170° non vede mentre con 5° sì. Ed è la stessa asse che mio figlio aveva nel 2016.
La cosa che mi ha lasciato perplessa è che nel 2016 e negli anni precedenti mio figlio aveva un asse 5 (stabilita da un oculista) e l'anno successivo un oculista diverso stabilisce un asse 170. La cosa certa è che con asse 170 mio figlio non vede.
Ma sarebbe poi possibile che un asse cambi da un anno all'altro da 5° a 170°?
Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Cara Signora

probabilmente Lei e’ nel giusto e vi e’ stato un piccolo errore, ma speriamo davvero che il suo ragazzo non stia facendo un CHERATOCONO...


faccia eseguire una topografia corneale...


resto a sua completa disposizione

buona domenica e buona serata
[#4] dopo  
Utente 486XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille,
Farò fare l'esame a mio figlio come da Lei consigliato.
Buona domenica.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
bene

per piacere mi tenga aggiornato
[#6] dopo  
Utente 486XXX

Iscritto dal 2018
Buonasera Dottore,
Mi scusi se la disturbo nuovamente. Ho contattato l'oculista (che ha fatto la prescrizione con asse 170°), spiegando che con tale lente mio figlio non vede da lontano.
L'oculista ha detto che vuole rivedere mio figlio per ricontrollare.
Ma la cosa che mi ha lasciato molto perplessa è che sostiene che con l'astigmatismo di mio figlio (-2,25) l'asse 170° e 5° sono oggettivamente la stessa cosa. Dice che dopo 170 c'è il 180 e subito dopo il 5. Quindi per lui oggettivamente sono la stessa cosa.
Ma come è possibile? Io non capisco.
Grazie,
[#7] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
no

non e’ la stessa cosa!

170 e’ 170

180 e’ 180

e 5 gradi sono 5 gradi!!