Utente 486XXX
Gentilissimi dottori,
vi scrivo la presente per richiedere anche un vostro parere in merito alla mia situazione attuale.

Circa un anno fa, alla sera, ho notato che i palmi delle mani erano diventati molto rossi e le unghie tendenti al viola, il tutto accompagnato da una sensazione di "freddo" generalizzato sulla pelle. Non nel copro come quando è freddo ma proprio sulla pelle, come dopo una scottatura solare. Recandomi alla guardia medica del mio paese per avere lumi, questa mi fa notare che la pelle è particolarmente reattiva (dermografica) e opta per una puntura di cortisone con il consiglio di recarmi da un dermatologo all'indomani.

Come consigliatomi vado da un dermatolo privato il giorno seguente il quale mi diagnostica un'orticaria. Prescrive cortisone ed antistaminici per 15 giorni. Faccio la cura prescritta ma al termine torna tutto come prima.
Oltre ai sintomi indicati riscontro bruciore alla bocca e labbra che peggiora lontano dai pasti, gola, lingua e glande (le mucose visibili) sono costantemente molto arrossati.

Come da consiglio del dermatologo faccio esame allergico del sangue (pannello allergie) e anche visita dall'allergologo per eseguire test allergici, esegue prick test che non evidenzia nessun tipo di allergia alimentare e mi liquida dicendomi che il problema non è alimentare.

Gli esami del sangue sono tutti dentro i valori di riferimento eccetto per globuli bianchi 11.62 >, Linfociti 4,57 >, IGE totali 198.

Di mia iniziativa faccio anche antibiogramma helicobacter per vedere se l'orticaria fosse data da un parassita intestinale ma tutto negativo.
Sia l'allergologo che il medico di famiglia dicono che mi devo tenere l'orticaria perchè nella maggior parte dei casi non si può scoprire da cosa sia dovuta ma sinceramente è una risposta a cui stento a credere. Se c'è un malfunzionamento ci deve essere necassiariamente una causa scatenante, basta avere la voglia di trovarla.

Durante il giorno ho prurito qua e la sul corpo, quando faccio una doccia mi riempo di pomfi, se bevo due dita di vino divento tutto rosso in viso e sul corpo, se faccio sport mi riempio di pomfi, ho tutto il giorno questo bruciore in bocca e sulle labbra che talvolta è davvero insopportabile. Quando prendo aria sento il respiro freddo, come se respirassi qualcosa di acido e ho sempre il glande arrossato (anche se pratico astinenza per giorni) che mi impedisce una regolare attività sessuale. Per questo ho fatto anche tamponi ed esami delle urine, tutto negativo.

A distanza di un anno e senza risposte mediche adeguate aleggia in me un certo sconforto, mi rivolgo a voi non per avere una diagnosi, certamente virtualmente non è possibile, ma solo per avere un indicazione su cosa dovrei fare adesso, a chi mi dovrei rivolgere e se magari dall'alto della vostra esperienza è possibile avere un ipotesi da seguire per maggiori approfondimenti.

Vi ringrazio fin da ora per il vostro aiuto porgendo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

L'orticaria cronica è al 50% in forma idiopatica, ovvero senza una causa apparente; il restante 50% ha una diagnosi.

Nel primo caso, è necessario non arrendersi e procedere con un approfondimento periodico (le cause possono manifestarsi a distanza di tempo)

Da qui purtroppo non posso aiutarla oltremodo

Saluti
Dr Laino