Utente 410XXX
Gentili Dottori,
volevo sapere se nel caso della "ossessione" del pene piccolo, la chirurgia è indicata. Ritengo le dimensioni del mio pene non normali, anche se leggendo "qua e la" sembrerebbero essere modeste ma non patologiche.
Nella parte più bassa del range di normalità.
In pratica in erezione ho una lunghezza peniena di circa 14,5-15cm ed un diametro di quasi 4 cm ( circonferenza sui 12 cm).
Sui testi di anatomia si trovano misure diverse.
Tenendo anche conto che sono "abbastanza" alto.
La chirurgia può darmi una "mano" in questo caso?
Per aumentare il diametro le terapie chirurgiche come innesto di grasso o derma di suino sono possibili e almeno "abbastanza sicure"?
Sull'estensore si leggono pareri discordanti, anche se trovo impossibile che possa aumentare il pene in diametro, al limite solo in lunghezza e da quello che si legge pochissimo (tranne ovviamente il sito che lo pubblicizza e qualcuno interessato).
In pratica, chi si trova iposviluppato cosa può fare?
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,dopo essersi documentato a dovere,ascolterei il parere di un esperto andrologo dal vivo...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio. Cercavo di documentarmi per avere le idee più chiare possibile, anche se capisco che è cosa difficile e l'argomento difficile da trattare per email ma anche dal vivo.
E' difficile anche trovare esperti andrologi su questo argomento e soprattutto disponibili ad informarti attentamente. E' un argomento ad oggi molto "spinoso" non solo per i pazienti.
Vedremo di trovare questo andrologo esperto di iposviluppo nell'adulto.
Anche se non so bene dove trovarlo. Su questa condizione i medici di base ( che hanno molti meriti) non aiutano molto.
Cordialità.


[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
può consultare il nostro indirizzario o quello della società italiana di Andrologia. Faccia sapere come vanno le cose
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la problematica delle "misure" del pene è sempre molto vivace e dovrebbe essere affrontata , a mio parere, prima da un esperto andrologo che possa concretamente stabilire se questa situazione sia concreta ( dai suoi dati sembrerebbe di no...) e meritevole di "trattamenti", successivamente da un esperto di problematiche psico-sessuologiche che possa valutare la corretta modalità valutativa del paziente, magari anche per prepararlo alla terapia o no
In genere con poche visite si dovrebbe chiarire il problema.
A Terni o da Terni non dovrebbe essere molto difficile
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dei consigli.
Le misure sono giuste quelle che ho dato.
Vedrò di consultare un andrologo quanto prima.
Poi alla fine la scelta rimane o chirurgia o psicoterapia.

Le psicoterapie ( non so di quale tipo...) in genere possono "risolvere" la problematica?
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
la chirurgia va sempre e comunque preceduta da consulenza psicologica: ci sono donne che non hanno mai il seno abbastanza grande e non bisogna che il chirurgo cada in questo tranello.
La psicoterapia per dismorfofobia, quale quella che lei potrebbe avere, è per mani veramente sperte, poichè le fobie sono indice di ansia grave, come quelli che non riescono a dormire se non hanno chiuso le chiavette del gas e controllato 500 volte.
Pertanto scelga se necessita un terapeuta simpatico, se non fa fatica a parlare.