Utente 952XXX
L'altro ieri all'improvviso le mie pulsazioni sono aumentate sino ad arrivare a circa 130-140 battiti al minuto e questa situazione è rimasta tale per circa 10 minuti. Mi capitò 5 o 6 anni fa ma durò solo una trentina di secondi in un periodo di particolare stress (trasloco e cambio sede di lavoro). Non so se può essere utile ma l'anno scorso mi è stata riscontrata un'esofagite da reflusso che sembra, così mi fu detto, che possa provocare anche le extra-sistole con cui convivo ormai da sempre. Poco prima di avere questi battiti accelerati avevo mangiato del parmigiano (di cui sono ghiotto) e mi sono reso conto di averlo fatto masticando poco. Ho subito sentito un senso di, mi passi il termine, "tappo" alla bocca dello stomaco. Pochi minuti dopo sono iniziati i battiti accelerati terminati solo dopo aver preso un digestivo che mi ha dato un senso di liberazione. Può tutto questo aver determinato l'aumento delle pulsazioni cardiache? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'evento tachicardico da lei riferito, se rimane unico episodio, puo' considerarsi del tutto benigno e privo di significato patologico, molto probabilmente correlato alla digestione. E' ovvio che nel caso in cui tale episodio si ripetesse, sarebbe d'obbligo indagare sulla sua origine.
Saluti