otite  
 
Utente 770XXX

Salve, vorrei chiedere un consulto riguardo un disturbo che nonostante la cura antibiotica tenda a peggiorare e non a migliorare.

Nella notte tra sabato e domenica scorsa ho avuto un forte mal d'orecchio che con qualche bustina di tachipirina 1000 sono riuscita a tenere parzialmente sotto controllo, almeno fino al lunedì quando sono stata dal medico curante che ovviamente mi ha riscontrato un'otite da curare con unidrox una volta al giorno per dieci giorni e con fluibron per aerosol due volte al giorno.

Ho iniziato il lunedì mattina ma dopo tre giorni il problema non sembra migliorare affatto, il dolore non è costante ma ho un ronzio, un battito continuo ed un senso di ovattamento così forte da aver compromesso l'udito, spero momentaneamente. Ho provato con borse dell'acqua calda, unguenti e vari, suffumigi con olio di eucalupto e lavanda ma niente da fare.

Sono una donna di 45 che già da circa 15 anni fa ho cominciato a soffrire di lievi disturbi di acufene sia pulsante che sibilante, dopo tante visite, vari bite ed una completa ricostruzione dell'arcata superiore, non è mai migliorato, tanto avermi costretta ad arrendermi e conviverci ma dopo quest' l'otite gli acufeni sono peggiorati tantissimo tanto da non farmi tollerare nessun rumore ed evitare ogni fonte di suon, evito anche di uscire di casa.

Mi chiedevo se fosse  normale che dopo sette giorni di antibiotico i disturbi non migliorino o peggio se dovessi portarmeli dietro per sempre sopratutto il calo di udito credo dovuto alla sensazione di ovattamento. Il medico mi dice di dover aspettare che poi passerà ma speravo che il disturbo se anche gradualmente cominciasse a migliorare invece l'ovattamento, gli acufeni ed il calo di udito sino sempre molto forti.

Mi chiedo di continuo se ci voglia davvero tanto tempo per migliorare e se l'udito ritornerà mai normale.


Vi ringrazio per l'attenzione mostrata nei riguardi del mio problema.
Sebbene con ritardo vi auguro buona Pasqua.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente ,
andrebbe fatta una valutazione audiometrica ed impedenzometrica .
Da quanto scrive , forse andavano prescritti cortisonici per os e rinowash contenente sostanze a base di cortisone.
Comunque pratichi gli esami che le ho consigliato che il quadro sara' molto piu' chiaro ed aggredibile farmacologicamente .
Saluti e se vuole mi faccia sapere
[#2] dopo  
Utente 770XXX

Iscritto dal 2005
Gentilissimo dottore Moccia, innanzitutto la ringrazio per l'attenzione rivolta al mio problema, credevo di dover aspettare prima che guarisse l'otite per eseguire esami specifici, speravo passasse prima, dopo nove giorni di antibiotico è calmato solo il dolore. L'aggiornerò appena praticati gli esami.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Grazie , Saluti
[#4] dopo  
Utente 770XXX

Iscritto dal 2005
Buongiorno, volevo informarla riguardo la visita effettuata ieri dall'otorino. Dopo una prima visita ha ritenuto inutile il controllo audiometrico in quanto all'orecchio sinistro risulta ancora "un'otite media confermata da esame otofiloscopico (sperio sia il termine giusto) ed impedenziometrico"
Mi ha consigliata una cura di sei giorni di bentelan 1 mg, 2 compresse per i primi 3 giorni in seguito 1 al giorno, a fine cura aereosol con forbest. Mi ha un pò spaventata dicendo che se il muco non dovesse sciogliersi dovremmo provvedere ad aspitarlo, non ha voluto dirmi in che modo per non impressionarmi, ovviamente immagino qualsiasi causa di accumulo di muco e ogni rimedio possibile per aspirarlo per cui il tentativo del medico di non spaventarmi è miseramente fallito.
Questo è quanto.
Grazie ancora per l'interessamento.
[#5] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Vedra' che andra' tutto bene !
Saluti