Utente 957XXX
buondi ho 44 anni e ho avuto una vita sessuale normale, ma da circa un anno ho riscontrato serie difficolta di erezione cosa che scompare quasi del tutto durante le vacanze.
ho fatto l'esame del testosterone libero ed è 5mg.
il mio medico di famiglia dice che è di origine psicologica e che proviene dal fatto che quando è accaduto mia moglie l'ha presa come un rifiuto di lei e abbia generato in me ansia da prestazione.
Ora sto risolvendo con levitra a volte bastano 5mg a volte 10mg non danno risultati ottimali del tipo assenza di reattivita alla stimolazione se non protratta nel tempo.
questa dipendenza dal levitra mi toglie spontaneita, certo debbo dire che avendo figlio piccolo le occasioni di stare con mia moglie e il tempo di durata dei rapporti si sono ridotte per ovvie motivazioni di tempo a disposizione, anche causa la non concomitanza con momenti di desiderio di entrambi.prima del figlio la nostra intesa andava alla grande.
ho letto che livelli amomali di prolattina dovuti da stress possono influire sul testosterone.vorrei avere un parere e un consiglio su quali analisi fare per eliminare qualsiasi dubbio di cause ormonali e fisiche del problema.
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

il fatto che la sua difficoltà scompaia in certi periodi (vacanze) e che ci sia stata una reazione negativa di sua moglie all'inizio di queste difficoltà, in effetti suggeriscono una causa primitivamente emotiva del problema.
Più che focalizzarsi sugli ormoni o appoggiarsi su farmaci per l'erezione le suggerirei una completa valutazione andrologica, che potrebbe anche esitare nel suggerimento di un percorso psicosessuologico per lei (ed eventualmente con il coinvolgimento anche di sua moglie) per risolvere in maniera definitiva il suo problema.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


in alcune circostanze una diminuzione del desiderio sessuale, che potrebbe essere anche fisiologico ( nel passato si parlava della crisi del 7* anno) dopo un periodo lungo di vita di coppia ma che potrebbe essere anche legato a problemi ormonali ( bassi valori di testosterone) può determinare una reazione della moglie che potrebbe non sentirsi più desiderata o che potrebbe immaginare che il proprio uomo trovi altrove la soddisfazione sessuale scatenando una reazione "rivendicativa" che può anche mettere in crisi il maschio
In conclusione prenda l'iniziativa di andare a farsi vedere da un andrologo. le sarà utile.
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com