Utente 940XXX
gentile dottore avrei bisogno di un chiarimento rispetto alla mia situazione, circa 4 mesi fa a seguito di visita ginecologica mi sono stati riscontati dei condilomi vaginali che sono stati rimossi chirurgicamente con il laser, ora da poco ho notato delle piccolissime formazioni sull'interno coscia in prossimità dell'inguine..non mi sembra di averne in vagina ma devo ancora effettuare la visita ginecologica. che farò a breve.. dal momento che ho avuto dei rapporti con un altro partner (non quello che mi ha trasmesso il contagio) ho sinceramente timore di averlo contagiato vorrei saper come si puo intervenire nel suo caso ...perchè a me il ginecologo mi aveva detto che un avolta eliminati chirurgicamente a parte la possibilità di ricomparsa ... il contagio derivava esclusivamente dal contatto diretto ..ora se io li elimino nuovamente per l'uomo come si interviene ...tramite farmaci tipo una profilassi...o lui mi contagerà nel momento in cui manifesterà anche lui i condilomi ... ?? ho una grande confusione su questo .
ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

spero riuscirà a togliere un pò di dubbi leggendo il mio articolo su questo tema all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

per il resto sappia, che sia per l'uomo che per la donna la strada è una : visita Venereologica e se necesario ablazione (mediante diverse tecniche dal laser alla DTC) delle lesioni clinche (condilomi) in seguito terapia immunomodulante topica per prevenire le recidive (quando il caso lo richiede) ed esami sierologici per altre MST, sempre prescritti nella sede di visita.
Questo per la vostra Sicurezza e Salute

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio ho sicuramente chiarito alcuni punti, quello che ancora non mi è chiaro pero è:
-nell'uomo la manifestazione (condiloma) del virus è automatica a un tot di tempo dal contagio o puo anche non avvenire...ho letto che nell'uomo la manifestazione è molto piu rara che nella donna.
- se abbiamo avuto un rapporto ieri e lui fa un controllo venereologico tra un asettimana ad esempio con tutta probabilità non ci saranno ancora manifestazioni del problema, quindi a quel punto deve comunque intraprendere un qualche tipo di cura visto che non si puo rimuovere quello che non c'è ? )
- se io elimino il mio problema chirurgicamente e nel periodo di controllo abbiamo rapporti protetti quando mi sarò assicurata di non avere recidive potremo riprendere un rapporto senza l'uso del preservativo o rischieremo sempre di contagiarci nuovamente..?

grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La condilmatosi non necessariamente viene trasmessa: pe rle utleriori domande è necessario prima far ben valutare il suo caso dal dermatologo venereologo, l'unico esperto che può comprendere la situazione specifica che varia da caso a caso.

cari saluti