Utente 959XXX
Gentili dottori,
la mia ragazza è affetta da condilomatosi florida con poche lesioni esterne nella regione vulvare ed una "vasta" presenza interna (cervice ecc).
E' in lista di attesa per trattamento mediante laser all'Istituto Nazionale dei Tumori e nel frattempo utilizza come terapia Aldara per i condilomi esterni e una crema a base di Fluorouracile per quelli interni (in modo da diminuire l'estensione del trattamento laser).
Io ho effettuato una visita Venereologa senza che mi venissero individuati condilomi.
La mia domanda riguarda quale terapia o attenzioni saranno richieste dopo il trattamento laser, a parte l'accortezza di avere rapporti protetti e controllare periodicamente eventuali recidive. Intendo dire ad esempio se si riprenda subito l’attività lavorativa, se si possano frequentare immediatamente piscine/terme, esporsi al sole, riprendere i rapporti protetti ecc.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Quello che ci chiede, Gentile utente, è una prognosi specifica per il caso dela sua ragazza: va da sé che sia imperscrutabile - soprattutto da una sede telematica:

in linea di massima, i controlli periodici fino alla guarigione, le terapie immunomodulanti (se consigliate) e l'astensione dai rapporti sessuali fino alla guarigione sono solitamente consigliati

cari saluti