Utente 959XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni e da vari anni ormai soffro di improvvise fitte al petto sempre ed esclusivamente al lato sx. A volte durano pochi secondi, altre anche un minuto. Si presentano improvvisamente, anche in situazioni di riposo e a volte sembrano estendersi sotto l'ascella.
Circa 3 anni fa feci vari esami al cuore poichè per anni ho sofferto di crisi simili a quelle epilettiche, di cui non si è mai capito la causa, tuttavia i medici esclusero l'epilessia. Purtroppo è passato tempo e non ricordo bene gli esami e i termini, ma allora mi fu detto che avevo un aspetto aneurismatico al cuore...e dall'elettrocardiogramma sembrava avessi avuto un infarto!
A suo tempo tutto fu giustificato come conseguenza di una delle mie crisi...ma questa cosa mi ha sempre lasciata perplessa: se avessi avuto un infarto me ne sarei accorta! Mentre dall'elettroencefalogramma risulto un'attività che a me fu spiegata come "anomala"...purtroppo non mi ricordo in che zona del cervello..sicuramente a sinistra..ma comunque anche questo fu spiegato come un probabile effetto dell'ultima crisi.
Ormai è passato tempo, l'ultima crisi l'ho avuta circa 6 mesi fa pero le fitte non mi hanno mai lasciato.
So che una diagnosi a distanza è praticamente impossibile...però ho veramente bisogno di capire.
Queste fitte possono essere ricondotte a quanto detto?
Purtroppo nessun medico fu in grado di dare una spiegazione ai miei sintomi e cosi alla fine mi fu detto che era la mia testa!
in attesa di una risposta ringrazio tutti voi per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, c'è molta confusione nella terminologia utilizzata. Vista la sua età è pressocchè impossibile l'aspetto aneurismatico del cuore (grave complicanza di un infarto) mentre le alterazioni elettrocardiografiche simili ad un pregresso infarto posso darle ragione in quanto vi sono alcune varianti elettrocardiografiche in soggetti giovani che possono mimare in effetti un infarto, ma sono frutto di alterazioni respiratorie nel corso della registrazione elettrocardiografica. Aggiungo che è del tutto arbitraria e non trova correlazione scientifica la correlazione epilessia-dolore toracico. In definitiva, abbandoni queste fantasiose eorie, molto probabilmente il suo dolore è di origine osteomuscolare, o forse anche su base ansiosa, nel caso dovesse perdurare consulti il suo medico di base. Saluti
[#2] dopo  
Utente 959XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Martino, la ringrazio per la risposta cosi tempestiva. Mi scuso per la confusione terminologica, ma purtroppo non sono un medico e a suo tempo le cose non mi furono spiegate con molta chiarezza. Ad ogni modo io non ho mai pensato in una correlazione tra epilessia e dolore toracico, anche perche non sono epilettica.
Semplicemente ho menzionato le crisi di cui ho sofferto perche è durante gli esami per capirne la causa che emersero l'aspetto aneurismatico del cuore e le alterazioni che indicavano un infarto.
La ringrazio comunque per l'attenzione.