Utente 128XXX
Salve, ringrazio in anticipo per l'utilissimo servizio che offrite e per il tempo che dedicate a rispondere ai problemi.

Vengo subito al dunque. Vogliate scusarmi se non uso un linguaggio propriamente medico né particolarmente preciso, ma non ho neanche una chiara idea su quale sia la causa di questi sintomi...
Sono un ragazzo di 20 anni, non fumo e non soffro di particolari problemi cardiaci o che potrebbero collegarsi al problema suddetto.
Da alcuni giorni sento una strana sensazione di fastidio a livello del collo sinistro, che spesso e volentieri si estende fino alla parte sinistra della testa, alla spalla, al braccio. Non è dolore, se non lievissimo, ma il senso di fastidio è davvero notevole. E' un fastidio interno, che mi sento di attribuire molto probabilmente alle vene o alle arterie.
E' difficile da spiegare e non essendoci un dolore notevole mi rendo conto che potrebbe non essere nulla di grave, ma purtroppo è una sensazione davvero molto fastidiosa che non mi permette di concentrarmi e anzi fin troppo spesso mi preoccupa (sottolineo che sono abbastanza emotivo).
Mi sembra quasi di sentire un senso di "pesantezza" proprio nel collo sinistro, forse in un'arteria o comunque a livello della circolazione sanguigna, come se il sangue facesse fatica a passare o ci fosse qualcosa che disturba pesantemente la circolazione. A tratti diventa un leggero dolore, associato ad un formicolio sulla spalla sinistra o anche al braccio sinistro. Nonché si estende anche alla parte sinistra della testa, ed è questo davvero molto fastidioso, nonché dovrei dire preoccupante. In questo punto riesco addirittura a distinguere chiaramente le pulsazioni del cuore (senza toccarmi, semplicemente stando fermo).
Non riesco a capire cosa possa essere, e non essendoci dolore spererei non sia nulla di grave. Tuttavia, ripeto, il fastidio è davvero notevole e dura da diversi giorni ormai. Ho aspettato appunto un po' di giorni pensando fosse qualcosa di provvisorio, ma purtroppo non accenna ad andarsene.
Mi sento davvero di escludere un fattore "muscolare", o dovuto allo stress o ad ipertensione o a qualcosa del genere. In fondo non soffro davvero di stress, specie ultimamente, anzi mi sento abbastanza tranquillo; inoltre il fastidio è troppo esteso e chiaro per pensare a qualcosa a livello muscolare.
Ieri ho fatto un controllo della pressione, che è risultata assolutamente nella norma. Se può essere utile, a Gennaio, per altri motivi, ho fatto una TAC al torace, mentre qualche anno fa ho fatto un ecocardiogramma e il cuore era risultato in stato perfetto.
Escluderei infatti un problema a livello cardiaco quanto un problema a livello locale, appunto in questa zona sinistra della spalla, del collo e della testa.
Chiedo quindi una vostra opinione, anche per indirizzarmi (dopo una visita dal mio medico) verso eventualmente un settore adeguato per approfondire il problema. Non vorrei infatti non essere preso molto sul serio da parte di qualche medico, visto che il fastidio è davvero notevole e per tutto il giorno mi riempe di preoccupazioni e non mi lascia affrontare con tranquillità i vari impegni quotidiani.

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimo Pisacreta
32% attività
0% attualità
12% socialità
ARONA (NO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
I sintomi da Lei riferiti sono estremamente generici. Consiglierei di eseguire un'ecocolordoppler dei tronchi sopraaortici e degli arti superiori in modo da escludere una genesi vascolare del disturbo. Una causa non infrequente di una sintomatologia del genere è quella neurologica e pertanto dopo l'esecuzione dell'ecocolordoppler potrebbe sottoporsi ad una visita specialistica neurologica. Se comparissero segni cutanei come arrossamento, dolore urente(bruciante), vescicolette potrebbe trattarsi di Herpers Zoster, il cosiddetto "fuoco di Sant'Antonio". A Sua disposizione per ulteriori chiarimenti, cordialità
Massimo Pisacreta
[#2] dopo  
Dr. Marco Cugnasca
16% attività
0% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2006
Sono pienamente d'accordo con la risposta che Ti ha dato il Dottor Pisacreta: Ecodoppler dei vasi del collo, Valutazione Neurologica, eventuale consulenza dertmatologica
[#3] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
concordo con i colleghi che mi hanno preceduto, soprattutto per quanto riguarda la necessità di un ecodoppler carotideo e vertebrale. La prescrizione di una eventuale tac encefalo sarà di pertinenza del neurologo.
Mi permetto di aggiungere che i disturbi potrebbero essere anche dovuti alla compressione del fascio neurovascolare della cosiddetta sindrome dello stretto toracico superiore, dovuta a cause anatomiche e funzionali del cingolo scapolo-omerale e costo-claveare.
Naturalmente non è possibile esprimere giudizi sicuri senza una corretta valutazione clinica attraverso la quale testare alcune manovre caratteristiche.
[#4] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Concordo con i precedenti colleghi, focalizzerei l'ipotesi della sindrome dello stretto toracico superiore, effettuerei ecodoppelr arterioso e venoso arti superiori con manovre posturali, potenziali evocati, elettromiografia e visita neurologica
Rx torace dello stretto toracico superiore
cordialità
[#5] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2006
Vi ringrazio per le risposte.
Purtroppo questa notte il problema si è accentuato: un forte fastidio e formicolio interno, quasi dolore, sulla fronte sinistra, sulla testa sempre da quel lato, che non mi ha permesso di chiudere occhio, sia per il fastidio che per la paura. Anche ora ce l'ho e non riesco a concentrarmi. Continuo a credere fortemente che sia qualcosa legato alla circolazione. Continua infatti questo senso di pesantezza anche sul collo.
Quest'oggi vado dal medico per spiegare la situazione e spererei nell'effettuare le visite e gli esami necessari nel più breve tempo possibile, anche se ho paura che i tempi ospedalieri sono troppo lunghi e io non ce la faccio a fare altre notti insonni... avete qualche suggerimento in questo senso?
Non mi era mai capitata una cosa del genere e personalmente sono molto agitato.
[#6] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2006
Dopo una visita neurologica, mi è stata prescritta una risonanza magnetica del cervello e del tronco encefalico, e una risonanza magnetica della rachide cervicale.
Purtroppo però ho visto che i normali tempi di attesa per la risonanza sono lunghissimi. Chiedo quindi il vostro aiuto se esiste un modo, pagando, ad esempio facendola in modo privato, per farla il più presto possibile. Dove ci si può rivolgere?
Spero inoltre che il costo di questo esame non sia spropositato.
Grazie...