Utente 492XXX
Salve,
Sono una ragazza di 25 anni e 5 giorni fa, il 30/04/18 ho subito un intervento di colecistectomia per via delle frequenti coliche biliari. Qualsiasi alimento ingerito, pur seguendo una dieta apposita, mi provocava delle coliche allucinanti di una durata di circa 10 ore.
In sintesi durante l'intervento è stato appurato che le coliche erano inevitabili in quanto la colecisti era infiammatissima, gonfia e piena di aderenze.
Ho avuto il drenaggio addominale per 3 giorni e mezzo e gia dalle dimissioni datemi ieri, sto seguendo attentamente le istruzioni del mio chirurgo riguardo l'alimentazione.
Mangio massimo 4 cucchiai di pastina in bianco oppure 2-3 fette biscottate e qualche sorso di the o acqua in quanto l'appetito manca, e sto cercando di sforzarmi ad ingerire qualcosa in più e più nutriente ma anche solo con l'acqua ho quel senso di gonfiore e di sazietà, quasi come se avessi ingerito quantità spropositate di cibo e so che dovrebbe essere nella norma.
In automatico lamento dolori al petto durante la respirazione, come se mi impedisse di fare dei respiri profondi ed è limitante e straziante.. mi stanco subito a parlare e dopo pochi secondi devo riprendere fiato.
Sono dolori normali? Capisco che ancora sono fresca da appena 5 giorni, ma vorrei avere un ulteriore chiarimento.
Inoltre, mi è stato prescritta una dieta povera di grassi e verdure ma senza specificare gli alimenti proibiti e quelli essenziali.
Adesso le chiedo:
-Qualora io riesca ad assaggiare qualcosina in più, posso permettermi di mangiare prosciutto crudo sgrassato bresaola pollo o altri tipi di carne? - - Latticini? E quali?
- Qualcosina di dolce come un sorbetto o granite e gelati?
- Cosa più importante, per quanto tempo devo attenermi all'alimentazione ristretta,
Potrebbe farmi giusto un piccolo riepilogo degli alimenti a me consentiti?
Grazie mille in anticipo della disponibilità .
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Caruso
20% attività
12% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Salve buongiorno,

ho letto con interesse ciò che ha scritto in maniera precisa e minuziosa.

Sarebbe interessante capire se è stata operata in laparoscopia (con i "buchini") o in laparotomia (con il taglio grande), poichè le due tecniche hanno un decorso post-operatorio differente.

Un po' di dolore post-operatorio è concesso e normale, ma ciò che lei riferisce (" dolori al petto durante la respirazione, come se mi impedisse di fare dei respiri profondi ed è limitante e straziante.. mi stanco subito a parlare e dopo pochi secondi devo riprendere fiato") non dico che non sia normale, ma sicuramente è meritevole di approfondimento da parte del chirurgo che l'ha operata.

Per quanto riguarda la dieta, per i primi 30 giorni postoperatori dovrebbe essere priva di grassi, fritti, dolci, creme, latte e latticini, poi potrebbe riprendere una dieta normale.

Resto a sua completa disposizione per qualunque ulteriore dubbio o necessità.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 492XXX

Iscritto dal 2018
Salve dottore,
La ringrazio infinitamente del chiarimento e della sua disponibilità e gentilezza.. Io amo essere precisa e concisa, specie se si tratta di salute o di descrivere una patologia, credo sia il minimo indispensabile.
Per quanto riguarda la tecnica, hanno scelto la laparoscopia per fortuna.
Quanto ai dolori nella respirazione, devo dire che sono diminuiti parecchio anche se avverto un po' di dolenzia nelle ultime costole dx durante l'espansione toracica.
Comprendo bene che ci vogliano diversi giorni per arrivare ad una ripresa ottimale, infatti tutt'ora avverto dolori al tatto, non solo sulle ferite ma in tutto il campo addominale trattato (se così possiamo dire).
Io vado in palestra tutti i giorni, dopo quanto potrò riprendere l'attività sportiva?
La ringrazio infinitamente.