Utente 962XXX
buonasera , mi chiamo davide , ho un tatuaggio che si estende su tutta la superficie del braccio .
è di colore prevlentemente nero con dei fiorellini di colore rosso pastello e un piccolo tratto di azzurro/verde.
Il tatuaggio è stato ricalcato nel corso degli anni da diversi tatuatori.
sono a conoscenza dell ' utilizzo del laser q switch , ma dopo aver dialogato per mesi con tantissime persone persone che l hanno utilizzato e che sono rimaste insoddisfatte (avevano tatuaggi molto , ma molto piu piccoli e recenti del mio)
avevo pensato che viste le dimensioni e i colori del mio tattoo , di ricorrere alla chirurgia estetica.
Vorrei sapere, se possibile , l entità della cicatrice che risulterebbe dalla rimozione del mio tatuaggio
La ringrazio
Davide

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signor Davide
per poter rispondere alla sua domanda è necessario controllare l'estensione e le dimensioni del tatuaggio.
La invito poi a reindirizzare la sua richiesta nella sezione di chirurgia plastica

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile Davide,
il problema dei tatuaggi come il suo potrebbe essere quello della "resistenza" dei colore ai trattamenti laser. Rimane l'opzione chirurgica , ovvero quella dell'asportazione di esso ma, come dice il collega Nardacchione, si dovrà tener conto di alcuni fattori per decidere la strategia chirurgica più efficace e con minor esiti cicatriziali possibili.
Distinti saluti
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
http://www.claudiobernardi.it