Utente 239XXX
Buongiorno,

è da molto tempo che non mi rivolgo più a questo forum, ma credo che ora abbia bisogno di un consiglio più che un consulto.
Ho 31 anni e circa 9 mesi fa ho conosciuto quello che a breve sta per diventare mio marito, una cosa bellissima che dopo anni di sofferenze ho potuto apprezzare ancora di più. Premetto che lui è arrivato nella mia vita in un momento in cui mai e poi mai avrei pensato di poter dare ancora amore, dato che a marzo 2017 ho chiuso una convivenza di 5 anni con una persona che il più delle volte mi ha fatto soffrire.
Lasciando perdere il mio doloroso passato, ora la mia situazione è molto diversa, io amo tantissimo il mio compagno e lui ama tantissimo me, siamo molto attaccati e non riusciamo a stare lontani nemmeno un giorno, nonostante lui con i suoi turni di lavoro è spesso via anche la notte (è un carabiniere). Il "problema" se così si può definire è che da qualche mese a questa parte la situazione sessuale tra noi è molto cambiata. Il sesso in sè è straordinario perchè siamo molto affiatati, ci sono molte coccole e molta passione..il problema nasce dalla frequenza dei nostri momenti intimi che sono sempre più rari. Parlo di circa 1 o 2 volte al mese (massimo 3 quando va bene) e questa cosa mi sta facendo parecchio soffrire perchè noi stiamo bene assieme sia fisicamente che mentalmente e non capisco quale sia da parte sua il blocco!
A volte io gli faccio capire che ho voglia di lui e cerco di stimolarlo toccandolo, ma lui non sempre recepisce questo mio desiderio e a volte mi dice sono stanco devo lavorare presto domani oppure mi sento lo stomaco pesante devo digerire...insomma ogni volta c'è sempre qualcosa che mina il nostro momento intimo. In particolare, l' ultima volta è successa circa 1 settimana fa..eravamo a letto e dato che era quasi un mese che non lo facevamo ho provato a riaccendere la passione, abbiamo iniziato a baciarci a toccarci, io ho iniziato a fare del sesso orale a lui quando a un certo punto mi ha fermata accusando un forte dolore a un testicolo. Io ovviamente mi sono fermata preoccupata della situazione e gli ho chiesto cosa sentisse, ha riferito di un fastidio e di sentire come una pallina di grasso sotto. Ho guardato anche io e effettivamente c' era una specie di pallina un pò rossastra alla base del testicolo destro. Abbiamo dovuto smettere per forza e da quella notte non lo abbiamo più fatto, non c'è stata nemmeno l' occasione per riparlarne perche' quando gli chiedo come sta se sente ancora male, lui smorza la cosa dicendo che va meglio che non ha dolore e finisce li..Io sono molto abbattuta da questa cosa perche' ho paura che il nostro rapporto possa finire come quello di milioni di coppie che poi finiscono in crisi e magari si lasciano..io voglio trovare un modo per tornare come prima, ho bisogno di un aiuto e non so cosa fare per evitare che la situazione peggiori.
Grazie in anticipo per tutto quello che potete fare per me.
[#1] dopo  
Dr. Magda Muscarà Fregonese
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile utente, penso che la cosa più ragionevole ed utile da fare senza paura e senza tormentarsi tanto..sia andare da un andrologo e chiarire l'aspetto fisico, il che è indispensabile.. Non farsi fantasmi insomma... Coraggio, non sciupi l'incantesimo, si dia aiuto.. Restiamo in ascolto..
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
GRAZIE DOTTORESSA, IO VORREI AIUTARLO IN QUESTO SENSO MA SO GIA' CHE SE GLI DOVESSI DIRE DI ANDARE DA UNO SPECIALISTA LA PRENDEREBBE MALE..LA SITUAZIONE AL MOMENTO NON E' CAMBIATA ANCORA DA QUEL EPISODIO NON ABBIAMO AVUTO RAPPORTI. NEL FRATTEMPO STO PROVANDO A PARLARNE CON LUI MA VEDO CHE PORTA IL DISCORSO SU ALTRO E CERCA DI TROVARE UN MODO PER SVIARE IL TUTTO..SONO ABBASTANZA PREOCCUPATA MA HO TUTTA LA FORZA PER TENERE DURO QUESTO PERIODO E TROVARE LA SOLUZIONE.
[#3] dopo  
Dr. Magda Muscarà Fregonese
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Carissima, un controllo fisico e’ necessario..perché continuare a scappare??