Utente 493XXX
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 32 anni, vegetariana che da circa un anno e mezzo soffre del sintomo in oggetto . Indosso gli occhiali da quando avevo 6 anni per un problema di ipermetropia e astigmatismo e, annualmente, provvedo ad effetture le visite di controllo. Nonostante l età la mia vista non si è mai completamente stabilizzata, questo mi ha obbligato nel corso degli anni a cambiare spesso lenti ed occhiali . Già nel 2016 lamentavo la presenza di puntini luminosi nel campo visivo, transitori. In quel controllo mi era stata data una nuova gradazione e mi é stato consigliato di bere di bere di più.
Il 2017 è cominciato con un nuovo paio di occhiali e un nuovo lavoro. Ad aprile 2017 ho cominciato a vedere dall occhio destro , in ambienti molto luminosi, una macchia evanescente bianca transitoria non fissa, che si muoveva insieme allo sguardo, che così come compariva si dissolveva. Non ci ho dato peso all inizio. Nelle stesso periodo sono cominciati i mal di testa non collegati però al fenomeno luminoso. A distanza di 6 mesi dai primo evento questa macchia è diventata una compagna di avventure.. Compariva quasi giornalmente, anche al buio, sempre al solito occhio, il destro . Ritorno dall oculista che, dopo aver controllato la retina, non trovando nulla, mi prescrive degli integratori al mirtillo da prendere per 3 mesi.
Il problema persiste, anticipiamo la visita annuale e ripete il controllo. Diversamente dal solito usa per dilatare la pupilla delle goccine che si usano per i bambini (mi pare di aver capito così) e procede anche con l esame del campo visivo.
L esame è ok. Il controllo con le goccine mette in evidenza che i nuovi occhiali per i miei occhi erano troppo forti.
I mal di testa spariscono simultaneamente al nuovo paio di lenti. La macchia evanescente invece persiste, anzi, ad oggi ne vedo anche più di una. Hanno più o meno sempre la stessa dimensione, delle volte hanno i contorni definiti, altre volte sfumate..alle volte é un filo, sempre evanescenti (sono diverse dalle miodesopsie, ho anche quelle) .. La dottoressa mi suggerisce una nuova cura con il collirio meramirt per 3 mesi.
In questi 3 mesi nulla è cambiato. Le macchie evanescenti ci sono sempre e aumentano con sforzo fisico e son sempre transitorie.
Recentemente si sono aggiunte a queste macchie bianche evanescenti anche delle macchie nere evanescenti che si comportano come flash fotografici.
In questo periodo di tempo ho cambiato anche lavoro. Quest ultimo mi obbliga a stare molte ore davanti al pc.
Complessivamenye il mio stato di salute é ok, soffro un po' di cervicale e di gastrite. Faccio sport a corpo libero in casa, mangio moltissima verdura ma ammetto di bere molto poco e da qualche mesetto sento gli occhi particolarmente secchi.
Oggi mi chiedo
Quale sarà il passo successivo? Imparare a conviverci? E soprattutto cosa sono queste macchie?
Meno di qualche mese fa ho effettuato anche delle analisi del sangue ed era tutto ok.
Ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,

da come li descrive sono vari fenomeni entoptici, normalmente non hanno una corrispondenza con lesioni anatomiche ma vanno studiati con esami specifici, una cura disponibile da molti anni per altre problematiche sta dando dei risultati anche su questi disturbi.
Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo non diagnostico e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 493XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno, la ringrazio per la risposta.
Capisco bene il limite di un consulto a distanza.
Ieri ne ho parlato nuovamente con la mia oculista la quale mi ha suggerito di rivolgermi ad un neurologo.
Dovrei chiamare proprio questa mattina per concordare una visita.
Ieri per i miei occhi è stata una giornata no. Ieri si aggiunti colpi di luce che sono scomparsi in maniera trasversale e dei blackout transitori (qualcosa come frazioni di secondo) della vista.
Questi nuovi fenomeni possono essere causati da stress?Perchè ammetto che sono entrata in ansia ed è come se cominciassi la giornata allarmata dalla loro possibile comparsa.
[#3] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
in parte influisce anche l'ansia.
[#4] dopo  
Utente 493XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno. Ho effettuato la visita neurogica e il dottore ha tenuto a specificare che se le macchie non sono fisse é quasi del tutto improbabile che ci sia una causa legata al cervello. Mi ha comunque prescritto una risonanza magnetica senza contrasto giusto per 'stare più tranquilli'.
Di base però c è stata una evoluzione: Una brutto 'raffreddore' che mi impediva la respirazione mi ha fatto correre dal medico curante il quale mi ha prescritto degli aerosol a base di mucolitici e cortisone (quest ultimo perché a suo parere i sintomi erano allergici).
Durante l aerosol il problema è svanito. É tornato in maniera minore dopo due giorni dal termine della terapia.
Questo miglioramento a cosa può essere dovuto? Alla luce di ciò la risonanza è necessaria metterebbe in evidenza altro oltre il cervello?