Utente 766XXX
Gentili dottori, io e mio marito abbiamo intenzione di provare ad avere un bimbo, ho effettuato i classici controlli dal ginecolo che mi diagnostica (ottobre) un problema di HPV Cin1 che curo con medicine ed una bruciatura, nel tempo stesso il dottore da per sicurezza a mio marito, anche se lui, mio marito, ad occhio nudo non vedeva niente, una crema chiamata MECLON

Dopo qualche settimana sono cominciate ad apparire sul pene delle macchioline cosicchè, mio marito decide di fare una peniscopia, prende appuntamento con il CUP(solo in 3 ospedali di Roma la fanno!) , e fa la visita, e il dottore diagnostica anche a lui un leggero CIN1 e gli da una cura con ACICLOVIR.
mio marito gli accenna che ha anche dei problemi di pelle, in quanto un dermatologo gli aveva detto che aveva la "seborrea" (mah) ma il dottore, gli risponde dicendo che quello non è il suo campo, ovvio che mio marito non intendeva farsi fare da lui una visita dermatologica, ma voleva informarlo che sulla pelle aveva anche questo problema..
Nel frattempo si fa un'altra visita da un altro dermatologo che gli diagnostica la psoriasi, dovuta x lui ad un fatto genetico (la madre ne soffre) ma in particolare a questo periodo di stress per questo "imprevisto", e le creme usate gliel'hanno fatta "sfogare". Inizia quindi una cura che sembra faccia scomparire le macchie..
Parlando con il nostro medico curante questi pensa che il CIN1 di mio marito, non sia altro che la psoriasi.... ma attente la prossima peniscopia.


Ai primi di dicembre abbiamo preso appuntamento per la seconda peniscopia per fine gennaio, e controllare se la cura è andata bene, pero' ora non vorrebbe tornare dal dottore della ASL (che poi era un ginecologo) che gli ha fatto la prima visita, in quanto non lo ha "trattato" benissimo, ma molto superficialmente e alla svelta, e i tempi di attesa per un'eventuale prossima visita sono MOLTO lunghi.

Abbiamo telefonato a moltissimi ANDROLOGI di Roma e pv, soprattutto presi da questo sito, e sembra che nessuno la faccia.. Possibile??? PEr farla è costretto a tornare per forza alla ASL?

Tutta questa situazione lo stressa un po' il che non è un bene per la psoriasi.
Cosa conviene fare? sperare che il dottore questa volta sia un po' piu' "serio"?
Grazie per il vostro aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,credo che sia la via migliore da seguire...cercando di addolcire l'atteggiamento del collega.Auguri.
[#2] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
ma come si fa ad addolcire una persona che ti guarda a malapena perchè fuori in salata d'attesa ha una fila tremenda di persone...?
Speriamo che magari sia stata solo una giornata no...
Grazie per la risposta :)
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
..speriamo,inanzitutto,che la diagnosi sia corretta e favorevole.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
lo speriamo vivamente :) Grazie ancora
[#5] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
Eccomi qui di nuovo. Mio marito ha appena fatto la visita (di nuovo superficiale e veloce..) dallo stesso dottore e gli ha detto che c'è ancora e che deve fare il
Tampone balano prepuziale (sperando di aver tradotto bene la sua scrittura) e poi tornare da lui.
Mi sembra la storia infinita... stasera andrà dal medico di famiglia a farsi fare l'impegnativa e soprattutto consigliare su cosa fare..
ma secondo voi a questo punto conviene prendere appuntamento da un dermatologo che è anche venereologo invece che tornare di nuovo da questo ginecologo? Anche prechè riprendere di nuovo appuntamento con la mutua vuol dire aspettare minimo un mese e mezzo..
Il dermatologo venereologo privato farà la colposcopia?

Come sempre grazie per la disponibilità
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,
spesso ,ma non sempre, le visite dermatologiche sono molto sbrigative ( in genere si tratta solo di vedere la lesione senza troppi addentellati con la storia clinica o altre patologie corporee) ma comunque efficaci.
Il problema economico è sempre presente in Medicina ma tenga presente che a Roma potrà trovare prestazioni idonee rivolgendosi al San Gallicano-IFO-Regina Elena , viua Chianesi, a EUR-Mostacciano, oppure all'IDI, via Monti di Creta oppure alla Università, dermatologia, Policlinico Umberto I
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la risposta,
il problema è che questa era una visita da un ginecologo, uno dei pochi della ASL che fanno peniscopia, che come ho descritto anche negli altri messaggi è stato molto sbrigativo e superficiale. e ci chiedevamo se a questo punto andare direttamente da un dermatologo/venereologo che facesse anche la peniscopia .
Proveremo a chiamare l'IFO e l'IDI, anche se ho letto su dei forum che anche qui non fanno peniscopia...
grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice

vada tranquillamente in una delle due strutture
cari saluti
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utetne,

il termine peniscopia, lascia adito a moilte mal interpretazioni:

la "scopia" della cute e della mucose del pene - di chiara competenza dermatologica e venereologica è in termini generali la visione con diverse modalità dell'organo gentiale al fine di chiarire la presenza o meno di situazioni connesse con eventuali patologie (sessuali e non) tributarie di quella zona.

Ad oggi, il venerelogo, effettua la visita e la valutazione della mucose genitale, direttamente - senza apposizione di sostanze come l'acido acetacetico - che può alterare la visione e creare dei falsi positivi o negativi diagnostici.

sappia invece che come tecnica innovativa ed avanzata, ad oggi si predilige, anche per la zona dei genitali esterni, il ricorso alla video-dermatoscopia, tecnica iperspecialistica dermatologico-venereologica, per la valutazione dei quadri particolari (pattern) della cute e mucose normali e patologiche.

tale tecnica è a nostro avvsio utilissima per la valutazione delle microcondilomatosi genitali e per la valutazione di dermatosi infiammatorie del pene e proliferative melanocitarie.

spero che abbia avuto qualche dato in più per fornire chiarezza sulla sua situazione.

cari saluti
[#10] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
Gentili dottori,
grazie per la vostra risposta, ieri mio marito ha fatto il tampone balano prepuziale per HPV con PCR, fra meno di un mese sapremo i risultati. Basterà quello a conoscere se questo HPV c'è veramente e come curarlo?

speriamo di si.. anche perchè forse la psoriasi che gli è comparsa falsa un po' qualcosa..
Vi scrivero' non appena avremo i risultati, cosi poi capire come muoverci e se decidere per una video-dermatoscopia e quindi dirigersi verso un dermatologo venereologo
Grazie ancora
[#11] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
Il tampone è risultato negativo :)
grazie ancora
[#12] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

le patologie vanno affrontate abbastanza serenamente, specie in una città, come Roma, ove è possibile trovare "quasi tutto" basta mettersi in fila o spendere qualche soldo ( d'altronde come in quasi tutti i paesi del mondo!)
Se vogliamo è come con i capelli, o te li lavi e acconci a casa oppure devi andare dalla parrucchiera, che devi pagare.......
A mio parere la negatività degli esami potrebbe concludere il discorso
cari saluti
[#13] dopo  
Utente 766XXX

Iscritto dal 2008
grazie ancora :)