Utente 494XXX
Gentile dottore, a mio suocero è stato diagnosticato un melanoma maligno di 2 mm livello Clark 3 mitosi 1 quello che le chiedo è l'iter migliore da seguire perché in seguito a una visita oncologica effettuata presso un altro ospedale a Pietra Ligure l'hanno quasi tranquillizzato e gli hanno detto di fare una TAC con calma. Aveva anche avuto poco tempo prima dolori forte all' inguine e gli hanno detto che i linfonodi all' inguine sono troppo lontani dal tumore che era sul fianco destro. Grazie del suo tempo
[#1] dopo  
Dr. Mirco Bindi
32% attività
16% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile signore, Quando si asporta un melanoma si esegue sempre la ricerca del linfonodo sentinella con radionuclidi in modo da individuare e poi prelevare il primo linfonodo individuato. Conoscere il linfonodo è importante perché determina la stadiazione e quindi la prognosi. Un grado Clark 3 è una forma iniziale che non è considerata a rischio se la profondità è entro 1,5mm. Lei è a2mm. Al mondo d'oggi una TAC entro tempi ragionevoli dall'escissione allargata (30/45 giorni) non si nega a nessuno dato che il melanoma è tra i tumori quello più imprevedibile. Probabilmente il dolore linfonodale è stato collegato con altre sue malattie di tipo infiammatorie. È risaputo che i tumori all'inizio non sono dolorosi.
Probabilmente Lei rientra in quelle persone che con melanoma maligno in fase iniziale hanno una buona sopravvivenza a 5 anni, ma Lei deve tenere in considerazione la causa che ha determinato questo tumore. In alcune aree geografiche altamente inquinate negli ultimi anni i melanomi hanno subito un incremento quasi del 30%. A questa situazione di presenza massiccia di cancerogeni ambientali, si associa la infiammazione silente da cibo causata da un alimentazione prevalente animale ad alta densità calorica. Se lei non può cambiare il luogo in cui vivere, può invece cambiare la sua alimentazione passando a quella vegetale e integrale senza sale. Se vuole approfondire l'argomento le consiglio il libro "L'alimentazione nella prevenzione del cancro". Ho appena fatto la seconda edizione 2018 che si trova on line direttamente dall'editore Scribo. Spero che trovi le risposte alle sue domande. Cordiali saluti