Utente 965XXX
Getili dottori,
Mi sono sottoposto ad un intervento di corporoplastica di raddrizzamente peniero il 30 Dicembre, la curvatura era congenita. Scrivo a voi poichè ho già "stressato" il Chirurgo che mi ha operato, ed ho fissato la visita per il 2 Gennaio (E' sempre gentile e disponibile, ma non vorrei scocciarlo troppo). Per i primi 10 giornio il pene si è gradualmente sgonfiato, da ieri però il glande sanguina dai punti che stanno inizianto a cadere, e si è gonfiato un pò dal glande a metà asta. Volevo sapere se la cosa è normale, oppure devo preoccuparmi, stando a quanto riferitomi i punti dovrebbero cadere dai 20-40 giorni post-intervento..
Vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

le informazioni post-chirurgiche già ricevute sono corrette.

A questo punto faccia la visita di controllo già prevista (non ho capito bene la data fissata per il controllo!) e poi ci risentiamo . Non si preoccupi inutilmente sembra tutto secondo protocollo!

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottor Beretta,
La data fissata per la visita è il 26 Gennaio (purtroppo la tastiera del portatile ogni tanto mi gioca brutti scherzi).
La ringrazio per la risposta, stamattina il pene era già meno gonfio di ieri, ed il sangue sembra uscire dalle crosticine lasciate dai primi punti caduti. La ringrazio per la risposta, mi rendo conto di essere molto apprensivo, ma d'altra parte considerando il tipo di intervento non potrebbe essere altrimenti.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza ansie....ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Lo farò senz'altro.
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,
vi ringrazio per la risposta datami prontamente qualche mese fa.
Alla visita del secondo mese il mio medico mi disse che era andato tutto bene e che avrei solo dovuto aver pazienza per la cicatrizzazione, ed a breve andrò a fare la visita finale del sesto mese.
premetto che ho ripreso ad avere una vita sessuale già da marzo, purtroppo però le erezioni non sono ancora un granchè, lente e soprattutto se stimolate oralmente, e non resistenti, pertanto a volte mi è impossibile la penetrazione, ma la cosa non succede sempre.
Ci sono esami che si possono fare, non so se preoccuparmi o meno, ed avento stressato già a sufficienza il mio medico,vorrei avere qualche parere prima della visita.
Vi ringrazio
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

soddisfatti che tutto stia andando per il verso giusto tenga presente, se non la ha già informata il suo chirurgo, che molto spesso alle curvature congenite dell'asta si associa una problematica vascolare di tipo veno occlusivo cavernoso che può rendere insoddisfacenti la rigidità ed il mantenimento delle erezioni
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottor Pozza,
la ringrazio per la risposta veloce, anche se la notizia mi preoccupa un pò. Si può fare qualcosa? Prima dell'intervento la curvatura era molto accentuata, ma la rigidità era ottima, paradossalmente proprio questo mi rendeva quasi impossibile la penetrazione. Mi accenna il chirurgo che l'elasticità del pene sarebbe tornata col tempo.
Ma mi rendo conto che il chirurgo saprà essere più preciso con una visita faccia a faccia.

Le auguro una buona giornata

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

stia tranquillo se non ha mai avuto problemi erettivi prima nessun intervento correttivo di una curvatura del pene lo scatena ed i suoi problemi ,dalle caratteristiche cliniche accennate sembrano avere più una base funzionale , psicologica legata all'ansia sul "nuovo aspetto" del suo pene.

Si ricordi poi che anche il problema sollevato dal collega Pozza è una questione andrologica ancora dibattuta e discussa e quindi tranquillo e segua correttamente tutte le indicazioni ricevute dal suo chirurgo e poi, se lo desidera, ci aggiorni.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com