Utente 505XXX
Buona sera,il 15 ottobre 2006 mi è comparso al lato sn un tumefazione dolente che con il passare delle ore si ingrandiva ( premesso mi trovavo all'ottavo mese di gravidenza)una volta partorita ho iniziato la trafila per capire di cosa si trattava ho iniziato con un ago aspirato con esito di probabile tumore di warting, poi sono seguite altre visite e il 18 maggio 2007 il primo intervento con asportazione solo della parte interessata da questa tumefazione. Però le cose non sono finite dato che già dalla prima ecografia si presentava bilateralmente, ho continuato a fare analisi e indagini in un altro ospedale questa volta specializzato in maxillo facciale e in più in tumore, dopo vari esami aghi aspirati ecoguidati a entrabe le parotidi è stato deciso un nuovo intervento sempre al lato sinistro dato che c'erano già delle aderenze, questa volta hanno asportato tutta la parte superficiale interessata da questi noduli un intervento eseguito alla perfezione dal lato estetico sono passati dall'orecchio (intervento duro e difficile dato che le aderenze erano proprio collocate sul nervo facciale durata intervento 3H) ora continuo a fare analisi, ecografie per tenere sotto controllo la parte operata e il lato destro dove sono presenti noduli con diametro non inferiore ai 2 cm). Volvevo chiedere è vero che può dipendere da ormoni questo tipo di tumore ed è possibile affrontare una nuova gravidanza? grazie e scusatemi se mi sono dilungata tanto e solo che sono 3 anni di continue indagini e in più nel primo ospedale mi avevano detto che era un caso raro che si presentasse ad entrambi i lati e che andavo studiata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
è un po' difficile risponderLe.
L'oncocitoma è già una neoplasia piuttosto rara, solitamente monolaterale.
Il fatto che nel Suo caso sia bilaterale (se provato istologicamente) ne aumenta la rarità.
Per quanto riguarda la dipendenza "da ormoni", non mi risulta che sia così sicuro, ma ci vorrebbe un'analisi accurata della letteratura internazionale.
Per quanto riguarda "una nuova gravidanza", non penso vi siano controindicazioni, Le conviene chiedere il parere del suo ginecologo.
Cordialmente
[#2] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gentile Signora,
il Tumore di Warthin è una neoplasia delle ghiandole salivari che normalmente interessa la parotide. L'origine e la causa sono incerte ed è associato all'abitudine del fumo, tende a colpire soprattutto persone della V e VI decade di vita. Nel 10-15% dei casi è bilaterale. Non vi sono associazioni dimostrate con gravidanza o l'uso di farmaci a base di ormoni. Il mio consiglio è quello di continuare con i controlli ecografici periodici e controlli clinico con il collega che l'ha operata.
[#3] dopo  
Utente 505XXX

Iscritto dal 2007
Grazie, per la tempestiva risposta e solo che ora mi sento preoccupata alla sola idea che probabilmente dovrò affrontare un nuovo intervento (per sabato ho una nuova ecografia per verificare come crescono questi noduli) fino all'ultima ecografia (28/10/2008) la situazione era rimasta invariata dall'intervento.una cosa ho dimenticato di dire e non so' se ha importanza e solo che anche mia madre è stata operata bilateralmente alle parotidi (diagnosi oncocitoma ossifico). E' una cosa ereditaria? Ci risentiamo presto credo domenica con l'esito dell'ecografia. Grazie siete gentilissimi
[#4] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
Le consiglio di visitare il sito www.editrice-esculapio.it.
Troverà che sono citati e differenziati il Tumore di Warthin e l'Oncocitoma.
Per questo motivo Le indicavo "se provato istologicamente".
Troverà pure ulteriori dati che La potranno interessare.
Cordiali saluti