Utente 271XXX
Gentili medici vorrei chiedere una vostra valutazione riguardo vari accertamenti appena compiuti. Mi scuso per la lunghezza necessaria per riportare tutti i dati degli esami.
Mi sono recato da un andrologo per valutare la funzionalità erettile e il grado di fertilità in quanto da diversi mesi la mia erezione è poco duratura, talvolta da svanire prima dell'eiaculazione e se voglio avere rapporti frequenti, ogni 1-2 giorni, le defaillances aumentano. Il medico mi ha prescritto rigiscan, ecodoppler, esami del sangue, urine e spermiogramma. Questi i risultati:

Rigiscan a domicilio: "L'esame è stato condotto per due notti sulle tre programmate per inconveniente tecnico in corso della prima notte. E' stato tuttavia possibile registrare, nelle altre due sessioni, numerose erezioni significative per durata, rigidità e tumescenza del pene."
12/12/08: start 12.12am stop 05.19am, 4 eventi, Base line Tum 7.5 (8.5), Avg Evnt Rig 56 (56), Sustained Erectile Activity RAU 54 (55) TAU 52 (31)
13/12/08: start 12.43am stop 06.49am, 4 eventi, Base line Tum 7.3 (8.5), Avg Evnt Rig 59 (55), Sustained Erectile Activity RAU 63 (58) TAU 43 (28)
legenda valori: Tip (Base)

Ecodoppler basale e dinamico arterioso del pene: "In condizioni basali l'a.dorsale del pene si apprezza con una certa difficoltà. Dopo farmaco infusione con PGE1 15 si evidenzia dopo 10 min tumescenza del pene con erezione. Allo studio eco-doppler si evidenziano a.dorsale e cavernose del pene normosfigmiche con PFV di 108.5 cm/sec. Indice di resistenza = 0.76 (v.n. 1.0). Quadro eco-doppler nella norma. Nota: PFV picco di velocità sistolica normale > 35 cm/sec.
L'erezione è stata riferita del 90% e della durata di oltre 2 ore."

Esami del sangue:
Glucosio 87 mg/dL
Colesterolo totale 183 mg/dL
Colesterolo HDL 56 mg/dL
Colesterolo LDL 116 mg/dL
Trigliceridi 70 mg/dL
FSH 3,0 mUI/mL
LH 3,60 mUI/mL
Prolattina 7,5 ng/mL
Testosterone 6,24 ng/mL
TSH 0,657 uIU/mL
T3 libera 3,0 pg/mL
T4 libera 0,99 ng/dL

Esame urine:
Colore Giallo paglierino
Densità 1010
pH 6,0
Proteine, glucosio, corpi chetonici, urobilinogeno, bilirubina, emoglobina, nitriti: assenti
cellule epiteliali squamose rare

Esame del liquidi seminale:
Astinenza 4 gg
Volume 3,1 mL
pH 7,7
aspetto normale
viscosità normale
fluidificazione normale
Spermatozoi (conc/mL) 135,000 milioni/mL
Spermatozoi (conc/eiaculato) 418,500 milioni
Motilità (prima ora):
lineare veloce 0%
lineare lenta 22%
non lineare 19%
agitatoria in loco 7%
immobili 52%
Morfologia:
forme tipiche 28% *
forme atipiche 72% *
-atipie della testa 65%
-atipie del collo 2%
-atipie della coda 5%
-forme con residui citoplasmatici 0%

Leucociti, emazie, zone di spermioagglutinazione assenti
Elementi linea spermatogenetica presenti
Corpuscoli prostatici rari
Osservazioni: asteno-terato-zoospermia

Dopo aver valutato gli esami il medico mi ha rassicurato che è tutto nella norma, anche lo spermiogramma, e mi ha prescritto una terapia di rinforzo di 1 compressa di Cialis 10mg a giorni alterni per 6 settimane.
Cosa ne pensate, in particolare per l'aspetto fertilità? La mia compagna ha 42 anni, l'utero retroverso, ed è rimasta incinta un anno fa ma con un aborto per uovo chiaro al terzo mese. Per avere maggiori probabilità di fecondazione è sensato che la mia compagna dopo il rapporto stia sdraiata con un paio di cuscini sotto il sedere per favorire la discesa del liquido seminale, visto che ha l'utero retroverso? Grazie ancora per la pazienza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho la sensazione che il disagio sessuale riferito sia da mettere in relazione al desiderio di paternità.E' riscontro frequente consigliare,da parte del ginecologo,un'attività sessuale mirata nei giorni della presunta ovulazione.Questo atteggiamento penalizza l'intimità della coppia ed,in particolare,l'ottenimento ed il mantenimento dell'erezione.Comunque,anche se quanto da me ipotizzato non corrisponda alla realtà,non vedo alcun riferimento circa il quadro prostatico che,evidentemente,ha dimenticato di fornirci.Quanto alla terapia con tadalafil,il Suo andrologo di riferimento avrà avuto buoni motivi per prescriverla.L'eventualità di ricorrere ai cuscini e/o a posture specifiche al fine di "condurre" gli spermatozoi all'incontro con l'ovulo appartiene alle credenze popolari diffuse dalle Alpi alla Sicilia.In una coppia matura,uno studio di genetica molecolare riveste un'importanza certamente maggiore...
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottore per la celerità e "l'illuminanza" della sua risposta. In effetti non ho effettuato altri esami oltre a quelli dettagliati. Secondo lei quali altri accertamenti prostatici dovrei fare?
Riguardo alla causa psicologica, ha in gran parte centrato la questione: la mia compagna si misura scrupolosamente la temperatura basale, facciamo uso di test per l'ovulazione e concentriamo i rapporti nei giorni topici. Forse questo può creare un'ansia da prestazione non sempre fruttuosa.
Mi chiarisce meglio anche cosa intende per studio di genetica molecolare, si riferisce alla mappa cromosomica? Ce la consiglia?
Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mi riferisco ad una consulenza genetica che indicherà la stratedia diagnostica idonea per la coppia in questione (tra cui anche la mappa cromosomica).Circa il disagio sessuale manifestato in qui giorni,consulterei un andrologo delle Sue parti che potrà "monitorizzare" la (comprensibile ma sessualmente impegnativa) "richiesta prestazionale" della Moglie. Cordialità.