Utente 937XXX
Gent.mi Dottori,
alla mia compagna nel 2007 e' stata diagnosticata, a seguito di pap-test e poi di colposcopia, una lesione causata da HPV. Qualche mese dopo mi sono sottoposto ad analisi anch'io (penescopia) che e' risultata negativa, ed a tutt'oggi non ho alcun tipo di lesione esterna. Vi chiedo se e' possibile che abbia contratto anch'io l'HPV anche in assenza di qualunque sintomo esteriore (condilomi, etc) e, nel caso, che tipo di analisi posso fare per accertarmene.
Inoltre, vorrei sapere, se possibile, se l'uomo puo' trasmettere l'HPV (ho letto che, una volta preso, il virus rimane dentro l'organismo anche quando le lesioni sono perfettamente guarite), anche in assenza di lesioni, durante un rapporto sessuale tramite lo sperma.
Grazie in anticipo di ogni chiarimento vogliate darmi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

ritengo utile per lei la lettura del mio articolo sull'HPV e i condilomi pubblicato nella nostra sezione informativa per il paziente all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

Sappia che un conto è avere l'HPV e un contro è avere la malattia da HPV (ben altra cosa)

carissimi saluti


[#2] dopo  
Utente 937XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille per la sua immediata e cortese risposta. Ho letto il suo articolo sull'HPV e i condilomi, ma non ho ancora chiaro come effettivamente avviene il contagio durante un rapporto sessuale. Cioe': occorre che uno dei partner abbia una manifestazione cutanea da HPV in essere , e dunque la trasmissione avviene proprio per ''frizione'' tra le parti (come mi sembra di capire), oppure puo' esserci qualche altro modo? Nel primo caso, dunque, sarebbe sufficiente l'uso del profilattico e, comunque, in caso di assenza di manifestazioni cutanee non si sarebbe ''infettivi''?
Mi scusi, ma le sarei grato se potesse fornirmi una ulteriore spegazione.
Grazie ancora