Utente 497XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 25 anni..ed ho sostenuto delle visite mediche presso la direzione sanitaria e sono stato ritenuto idoneo parzialmente.. durante le visite non mi è stato fatto notare nulla e sto cercando di capire il motivo.
una possibile causa può essere la presenza di un cheratocono all occhio sinistro? durante la visita pero non ha effettuato nessuna mappa corneale o altro, ha soltanto costatato la presenza del cheratocono senza accertarsi dello stato..potrebbe essere questa una possibile causa? si può passare da idoneita parziale a quella totale? perche per firmare il mio primo contrattk a tempp indeterminato mi serve l idoneita totale? come posso fare? datemi un vostro parere per capire grazie
ps forse avrei dovuto portare le mappe corneali degli anni scorsi per far presente lo stato del problema
Ringrazio anticipatamente per chi risponde
[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
Dovrebbe essere meno generico.
Che mansione dovrebbe svolgere?
In cosa consiste la parzialità della idoneità, ci sono prescrizioni e/o limitazioni?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
la mia mansione è quella da ingegnere in rfi, ancora non sono a conoscenza di che tipo di idoneità parziale mi è stata data, ho soltanto queste indiscrezioni...e volevo cercare di capire magari a cosa fosse dovuto se alla presenza del cheratocono oppure di altro! ed inoltre volevo anche sapere se a livello teorico/pratico si potesse passare dall'idoneita parziale a quella totale o meno.
onsomma volevo sapere tutto a riguardo
La ringrazio anticipatamente per la risposta dott. Spinoso
un saluto
[#3] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
è possibile che il cheratocono sia la causa di una idoneità parziale relativamente al tempo di utilizzo del videoterminale (nel senso che verranno prescritte maggiori pause rispetto a quanto prevede la legge o periodicità delle visite più frequenti). Non vedo sinceramente come, per la sua mansione, un cheratocono monolaterale possa essere causa di inidoneità totale.
Se, come lei riferisce, non ci sono altre problematiche psicofisiche, sono certo che tutto andrà per il meglio.
Solo per scrupolo le ricordo che in caso di inidoneità, ma stia tranquillo non ce ne sarà bisogno, può fare ricorso al giudizio.
Cordiali saluti ed in bocca al lupo.
[#4] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
quindi secondo Lei se non ci sono altre patologie(ne sono sicuro perche ho fatto tutti i controlli anche prima di questa visita ed era tutto ok) il tutto si potra risolvere nel migliore dei modi? perché per poter firmare il contratto a tempo indeterminato mi serve l idoneità totale/completa .
Adesso stavo cercando di capire come sia possibile agire se magari portare qualche carta(esempio mappe corneali passate per attestare che il tutto è sottocontrollo e privo di prblemi)? Volevo porLe un ultima domande... le tempistiche per ricevere un nuovo esito, poiche io in questo momento sono in attesa della carta dalla direzione sanitaria per poter chiedere o portare qualche carta o integrazione in merito.
La ringrazio nuovamente per la chiarezza e la disponibilità
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Certamente la decisione ultima circa l’assunzione a tempo indeterminato rimane dell’azienda. I medici si limitano ad emettere un giudizio. Ma se un eventuale mancata assunzione fosse dovuta solo al problema oculare ciò mi sembrerebbe abnorme.
Sui tempi di emissione del giudizio non saprei dirle ma non credo siano lunghi.
Fino a che non conosce il giudizio io attenderei per valutare gli eventuali successivi passi.
Se lo desidera ci risentiamo quando riceverà il giudizio.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
va benissimo La ringrazio.
La terrò aggiornato sul giudizio
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
Gentile Dott. Spinoso,
ho ricevuto le prime informazioni e parlano di idoneità parziale alle seguenti attività:
- 9.4 Coordinamento e vigilanza di attività di sicurezza Gestione della circolazione (Disp. 55/2006)
- 9.5 Coordinamento e vigilanza di attività di sicurezza Manutenzione dell’Infrastruttura (Disp. 55/2006)..
Può essere il cheratocono ? Lei cosa ne pensa?
La ringrazio
Un Saluto
[#8] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Credo che il motivo di quelle idoneità parziali sia proprio il cheratocono.
Il Disp. 55/2006 fa proprio riferimento ai requisiti fisici previsti per ogni ruolo.
Può trovare i requisiti previsti per ogni ruolo al seguente link:

http://www.fsnews.it/lcn/Diplomati/Requisiti-fisici-richiesti

Evidentemente l'azienda richiede alla sua struttura sanitaria di valutare tutti i possibili ruoli e da qui l'idoneità parziale.
Non so se per lei era prevista una attività di Coordinamento e vigilanza di attività di sicurezza. Ritenevo, quale ingegnere che l'attività fosse prevalente di ufficio e di sopralluoghi presso i cantieri.
Le consiglio di valutare con il suo oculista di fiducia se i limiti fissati dalle disposizioni sono compatibili con la sua patologia e in tal caso produrre idonea certificazione allo scopo.

Cordiali saluti ed in bocca al lupo
[#9] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
Gentile Dott. Spinoso
Ho appena ricevuto la diagnosi esatta in cui mi comunica idoneità parziale per alterazione stereopsi.decifit visivo bilaterale.cheratocono bilaterale (testuali parole riporta la lettera).
Mi saprebbe dire dettagliatamente cosa vuol dire.
La ringrazio molto per la disponibilità e mi scuso se sto creando molti post

Cordialmente
[#10] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
alterazione della stereopsi indica una alterazione, più o meno marcata, della percezione visiva della profondità degli oggetti o degli ambienti. Tale percezione è frutto dell'azione combinata e coordinata dei due occhi e delle relative strutture nervose ad essi legate.
il deficit visivo bilaterale indica un calo della vista ad entrambi gli occhi (ma non è specificato se da vicino o da lontano).
Ma quando è stato sottoposto a visita le hanno fatto anche una valutazione della funzionalità visiva o tali dati li hanno desunti da quanto da lei dichiarato?

Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
a cosa si riferisce per una valutazione della funzionalità visiva? si riferisce alla lettura delle lettere, della tavola 3d e del libro con numeri? oppure ad altro?
[#12] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Si, mi riferisco alla valutazione dell'acuità visiva per vicino e lontano (lettura delle lettere), al senso di stereopsi (tavole 3d), discernimento dei colori (tavole di hishiara), vautazione clinica del campo visivo.
Se sono state eseguite queste prove, penso possa essere utile parlarne con il suo oculista per verificare la correttezza delle conclusioni diagnostiche visto che le prove che sopra le ho riportato sono dei test che, a mio parere, in caso di risultato alterato dovrebbero essere avallate da un approfondimento oculistico specialistico.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 497XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio molto per le delucidazioni in merito, il fatto più interessante è quello che ho fatto le stesse visite intorno febbraio ed erano apposto, ed adesso riscontro quest problemi. Volevo chiederLe è possibile che questi risultati siano dovuti dal fatto che prima della visita (pochi minuti prima) portassi le lenti a contatto? secondo Lei è possibile dimostrare l'esatto contrario?

Cordialmente
[#14] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Sinceramente non saprei dirle se l'aver indossato le LAC prima dell'esame possa avere influito.
Ribadisco che a mio parere in presenza di risultati alterati ai test visivi sarebbe opportuna una conferma da parte di un medico specialista oculistica cosa che a quanto sembra non è stata fatta.
E' possibile che i sanitari che l'hanno valutata, in considerazione del fatto che per l'idoneità del personale utilizzato in attività connesse con la sicurezza della circolazione dei treni e dell’esercizio ferroviario (nello specifico Coordinamento e vigilanza di attività di sicurezza Manutenzione dell’Infrastruttura - disposizione 55 del 2006)
è richiesto un visus di 10/10 e non sono ammesse correzioni, hanno ritenuto superfluo un approfondimento specialistico.

Le confermo che io farei una valutazione con il suo oculista di fiducia per valutare se vi siano gli estremi per ricorrere al giudizio.

Cordiali saluti