Utente 522XXX
Da due anni vivo una situazione di forte stress per i gravi problemi di salute di mia moglie e la cosa influisce sulla mia pressione arteriosa che tende a seguire l'andamento della situazione stessa. Normalmente è sui 135 ma in alcuni momenti particolarmente problematici l'ho misurata anche sui 190.
Mi è stato prescritto prima Norvasc che ho smesso questa estate per gonfiori alle caviglie. Ora il Curante mi ha prescritto Aprovel 150 x 1 al g. che ho iniziato da 2 gg. Ho provato En (15 gocce x 2) ma mi provoca sonnolenza e preferisco evitare. Vorrei un parere in merito da parte Vostra anche per chiarire se la terapia non possa produrre picchi di ipotensione nei momenti in cui non sono sottoposto a stress.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il farmaco al dosaggio consigliato è utile proprio nelle forma ipertensive lievi, tuttavia come tutti i farmaci antiipertensivi (sebbene in misura nettamente minore rispetto ai diuretici e i calcio-antagonisti come il norvasc) può determinare come effetti collaterali cali pressori improvvisi (in genere dopo le prime assunzioni).
Cordialmente,