Utente 492XXX
Buongiorno a tutti specialisti,
Sono un ragazzo di 23 anni e sto con la mia ragazza, di 19, da 10 mesi oramai.
La nostra relazione va benenissimo, ci stiamo conoscendo sempre più è mi sto davvero affezionando a lei, i problemi però sorgono quando si passa al rapporto sessuale.
Giusto per fare un po' chiarezza,io penso che in una relazione ci debba essere 60% di sentimento e 50% di rapporto fisico (le percentuali sono per rendere l'idea,non basatevi sui numeri che ho dato per rispondere), purtroppo lei, pur pensandola come me, non riesce ad aprirsi sotto questo aspetto, ergo io passo per quello che vorrebbe fare più volte l'amore nella coppia.
Questo, col tempo, mi sta disturbando... E lo si vede anche dall'esterno, causando eventuali litigi di tanto in tanto.
La mia domanda è: Sono io il problema ? Pretendo forse troppo da queste cose ? Oppure è lei che effettivamente ha qualche problema a riguardo ? Se fosse così dovrei semplicemente andarle in contro ed aspettare?
Scusate se il tema del mio consulto è un po' banale, ma davvero non so come comportarmi e più cerco di parlarne con lei, più vedo che la cosa non fa altro che chiuderla di più. Se volete chiarimenti o avete domande su qualsiasi cosa non perdete tempo a chiedere, Grazie mille in anticipo a tutti.
[#1] dopo  
Dr.ssa Sabrina Camplone
40% attività
16% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
Gent.le Ragazzo,
alla vostra età la sessualità è tutta da scoprire e viene vissuta anche in funzione dell'educazione ricevuta.
Il dialogo e il confronto sono fondamentali ma se nel tempo noti che un atteggiamento di maggiore chiusura sarebbe utile parlarne apertamente per vedere se da soli riuscite a superare l'impasse.
C'è un aspetto in particolare al quale la tua ragazza ha accennato riguardo alla sua difficoltà?
[#2] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

in quasi tutte le coppie i ritmi del desiderio
- inizialmente o costantemente -
non coincidono,

e l'armonia sessuale diventa frutto di un certo lavoro di comprensione reciproca e di negoziazione,
oltre che di maturazione personale di ognuno dei due.

Chi dei due si sente "cercata" insistentemente
frequentemente si sente "pressata" dall0altro verso un rapporto sessuale che in quel momento non desidera
e ciò incide sul desiderio.
D'altra parte se non stimolata, manifesta assai raramente desiderio sessuale.

Provate a esaminare insieme se ci sono dei "precursori" che facilitano il desiderio della "lei":
il desiderio femminile non nasce "sul momento",
ma si sviluppa durante il tempo che precede,
anche attraverso fattori non sessuali: gentilezze, romanticismo o altro.
Provate a capire quali essi siano nel Vostro specifico caso.

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti