doc  
 
Utente 317XXX
Gentili medici iscritti,
Sto malissimo.
Sono stato diagnosticato come depressione su Doc ipocondriaco, ma attualmente i miei sintomi principali sono ansia, che si somatizza spesso in tachicardia sinusale, depressione, con miglioramento drastico la sera tardi, e pensieri ossessivi su malattie.
La tp attuale è:efexor 225 daparox 20 tavor 1x3 e sonirem 16 gocce in scalo.
Purtroppo leggendo un consulto del Dr Pacini mi è venuto il dubbio che sia sbagliata la diagnosi e che ci sia un disturbo bipolare non riconosciuto. Faccio anche psicoterapia di indirizzo cognitivo ma senza riscontri. Sto veramente male sono sempre triste e talvolta l'ansia mi corrode. Vorrei cambiare psichiatra ma ho avuto spessi delusioni.
È stato fatto un tentativo di affiancare aripiprazolo 5 mg ma mi aumentava parecchio la tachicardia.
Uno dei peggiori pensieri è quello di non tornare più a stare meglio.
Aspetto una risposta, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il dubbio diagnostico scaturisce dal DOC e ciò dipende dal fatto che attualmente non è ben sotto controllo con la terapia attuale.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#2] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2007
Quali accorgimenti suggerirebbe lei, se è permesso con questo canale, a livello farmacologico?
Mi consiglierebbe anche un cambio di psicoterapeuta?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Solitamente la psicoterapia va considerata preventivamente in quanto in alcuni casi di Doc può risultare iatrogena e peggiorare i sintomi.

Attualmente, continua a pensare di avere un riferimento ipocondriaco ai suoi sintomi e ciò implica che qualcosa non va nella terapia che va rivista.
[#4] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2007
"Attualmente, continua a pensare di avere un riferimento ipocondriaco ai suoi sintomi".
Non ho capito il significato di questa frase.
Ma lei come rivederebbe la terapia?
Altri sintomi satelliti sono clinofilia, anedonia, tendenza alle somatizzazioni (specialmente a carico di cuore e intestino) o comunque aumento delle malattie minori (es. otiti, tonsilliti); e sintomi facili da intuire: difficoltà di concentrazione, disinteresse per le altre persone, vestiario sciatto, difficoltà nel sopportare piccole contrarietà, interesse vago per il suicidio.
Aumenterebbe l'antidepressivo?
Aggiungerebbe uno psicotico a basso dosaggio?
Toglierebbe gli ansiolitici?
Se può farmi sapere, grazie