Utente 968XXX
Egregio Dottore,
da un mese e mezzo circa, solo ed esclusivamente quando deglutisco cibi solidi, soffro di un piccolo fastidio.
Dopo quattro o cinque bocconi, è come se il cibo si intasasse all'altezza dello sterno, non scivolando oltre liberamente. Quando mi capita, per comodità, mi basta bere un pò d'acqua per farlo andare giù tranquillamente.

Devo precisare che il fastidio non è mai stato costante nel periodo anzidetto, nel senso che NON COMPARE NECESSARIAMENTE AD OGNI PASTO, essendovi giorni che non ho problema alcuno.

Ho 30 anni, non avverto altri sintomi quali perdita appetito o peso, bruciore, nausea e vomito, e vado regolarmente di corpo. L'unico disturbo è un leggero singhiozzo.

Ho prenotato una visita dal gastroenterologo, ma sono estremamente preoccupato nell'attesa. Leggo dappertutto che la difficoltà del cibo ad andare giù si chiama disfagia e che è un sintomo del cancro all'esofago. Cosa ne pensa?
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
potrebbe essere l'evento più negativo ma fortunatamente anche il più raro. esistono anche delle alterazioni temporanee motorie dell'esofago che possono dare sintomi simili a quelli che ha descritto. vedo con piacere che ha già deciso di consultare uno specialista. quindi attenda con tranquillità l'appuntamento.