Utente 358XXX
Buongiorno, nel maggio del 2007 sono stato sottoposto ad un intervento di meniscectomia DX con anestesia Bi-block.
Purtroppo dopo l'operazione il mio ginocchio non è più tornato quello di prima, nel senso che ho perso tono muscolare, e nonostante la molta riabilitazione fatta, non riesco a recuperarlo.
Anche facendo elettrostimolazione il quadricipite della gamba operata risponde in maniera molto minore rispetto al quadricipite della 'sana', cioè a parità di intensità di elettrostimolazione il muscolo della gamba DX si contrae decisamente meno della SX.

Vorrei sapere se tra i rischi di un'anestesia Bi-block esiste anche quello di provocare danni neurologici agli arti interessati.

Grazie
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,
tra le varie ipotesi fattibili è quella con le minori possibilità.
Se non ricorda particolari eventi verificatesi nel momento dell'esecuzione del bi-block, e se ha avuto un pronto recupero della sensibilità e motilità dell'arto al suo risveglio senza avvertire "parestesie" (formicolii) strani a distanza di giorni, guarderei su altro fronte.
Senza fare particolari ipotesi consiglierei l'effettuazione di un esame elettromiografico per valutare eventuali sofferenze neuromuscolari della zona interessata, e un a valutazione radiologica più complessa (RMN?) se occorre dell'arto e della zona del rachide lombare.
Però necessita sicuramente di un inquadramento specialistico da parte di un neurologo cui la invito a rivolgersi attraverso il suo curante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta, in effetti non ricordo niente di particolare nell'esecuzione dell'anestesia e, se ricordo bene, dopo circa 3/4 ore la sensibilità della gamba è tornata normale e i formicolii scomparsi.

Mi rivolgerò ad un neurologo come mi ha consigliato.

Grazie ancora.
Cordiali saluti.