Utente 478XXX
Buongiorno, scrivo per mio padre, operato di adenocarcinoma del colon sigma nell'ottobre 2014, per occlusione intestinale (all'età di 65 aa)
Stadiazione: G3 senza angioinvasione e con Mts linfonodali (1/22) p/3N1aM0. CEA=8,74 Ca 19-9 7,53. Completati 6 mesi di trattamento 2 Xelox + 10 folfox ultimo ciclo 10-06-2015.
Il paziente è stato sottoposto per follow up a Tac torace e addome il 22-05-2018, in cui è stato riscontrato un nodulo polmonare di 15 mm (peraltro già presente nella TAC di ottobre 2017 ma non segnalato). Stiamo procedendo con tutte le caratterizzazioni. CEA a maggio 2018: 6,3.
Sottoposto a PET/TAC il 31-05-2018 che ha confermato la presenza di un nodulo all’ilo polmonare dx (SUV max 11) e ha evidenziato altre due sedi di ipercaptazione una perirettale (SUV max 18) e l’altra in corrispondenza della prostata (la prostata dopo esame transrettale ha evidenziato solo ipertrofia prostatica, pertanto esclusa).
Il paziente è stato quindi sottoposto a rettosigmoidoscopia che riporta quanto segue:
"Anastomosi colo-colica termino-terminale posta a 15 cm dalla rima anale, endoscopicamente indenne. Poco distalmente, tra i 12 cm e gli 8 cm dalla rima anale, si reperta formazione sessile ''a scodella'', di circa 4 cm, occupante 1 /4 della circonferenza luminale con pit pattern destrutturato, su cui si eseguono multiple biopsie (7 campioni - Bx1 ). Restanti tratti esplorati indenni".
Nel referto viene riportata una immagine della neoformazione a forma di scodella e rosea.
Eventualmente potrei inviarvi PET, RNM pelvica e immagini rettosgmoidoscopia.
Vorrei chiedervi, per quanto riguarda il retto, a vostro parere di cosa potrebbe trattarsi.
Vorrei chiedervi inoltre la procedura qualora fosse qualcosa di grave: intervento? si può evitare la stomia, almeno quella permanente? andrebbe rifatta chemioterapia?
Ringraziandovi sin da ora per l'aiuto, porgo un cordiale saluto.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe essere una nuova neoplasia, attenda le biopsie. La terapia dipende da vari fattori. Prego.
[#2] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno dottore, purtroppo da una anticipazione del referto, quello del retto risulta essere un adenocarcinoma G2.
Nel precedente intervento per occlusione colon, l'istologico riportava la seguente asportazione: "tratto di grosso intestino lungo cm 24 recante a cm 8 da un margine neoformazione escavata ulcerata di cm 2,5*2.
Ora si parlerebbe di intervento.
Che tratto andrebbe asportato adesso? Si ricongiungerebbero i tratti?
Vorrei chiederle se esistano tecniche moderne in grado di evitare la stomia (almeno permanente).
Grazie. Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Mi perdoni, correggo la domanda. Nell'eventualità non si ricongiungessero i tratti, esistono tecniche moderne di intervento sul retto in grado di evitare la stomia?
Robotica o altro.
Grazie e scusi nuovamente.
[#4] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Certo esistono ma il singolo caso va valutato direttamente. Prego.
[#5] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Siamo in attesa del referto del polmone. Eventualmente dove consiglierebbe di far valutare il caso del retto?
[#6] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In un centro con esperienza nella terapia di neoplasie rettali.
[#7] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno dottore,
abbiamo ricevuto il referto del polmone: metastasi da colon. A questo punto tutto cambia.
Siamo in attesa di vari pareri.
Vorrei chiederle anche il vostro parere, chiaramente conoscendo i limiti che comporta un consulto su internet: intervento polmone, chemio e radio dopo o il contrario o ancora diversi approcci chirurgici...
Ringrazio sin da ora.
[#8] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La malattia metastatica ha una prognosi sfavorevole. L' oncologo programmera' l' iter terapeutico migliore. Prego.
[#9] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2018
Prognosi sfavorevole... intende che non ci potrà essere la guarigione completa, ma potremo sperare che non si tratti di pochi mesi? O ci stiamo facendo false illusioni?
[#10] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non so, questo verra' stimato dall' oncologo.Prego.