Utente 865XXX
salve,
sono un ragazzo di 21 anni, da poco mi sono accorto attraverso palpazione che sotto il testicolo sinistro è attaccata della materia dalla consistenza gelatinosa. ho letto che potrebbe essere varicocele. premetto che non mi dà fastidio, l'ho notato da poco, ma se non ricordo male anche quando ero più piccolo avevo questa impressione al tatto.inoltre questo maledetto varicocele, se viene, non dovrebbe presentarsi nella zona superiore del testicolo? a parte la visita andrologia che giustamente consigliate, cosa pensate possa essere? grazie per il tempo concessomi,
cordiali saluti.
Luca.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
ti sei risposto da solo devi consultare un andrologo o anche un chirurgo i quali ti potranno visitare e se confermeranno il tuo sospetto ti faranno fare delle indagini
speriamo ti sia sbaglaito
facci sapere
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le consiglio ecodoppler scrotale ew visita da collega, per dirimere ogni dubbio Faccia sapere se vuole
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
ad un ragazzo di 22 anni che percepisce qualcosa di "strano"" molliccio" dietro o sopra il testicolo sinistro prospetterei l'ipotesi di essere affetto da varicocele sinistro consigliando di effettuare:
1. un 'esame ecocolordoppler scrotale o testicolare per valutare "meglio" la situazione e verificare se l'ipotetico varicocele possa aver determinato modificazioni circolatorie (reflusso) capaci di "disturbare" la funzione testicolare
2. una verifica della situazione del liquido seminale ( uno o più esami) per vedere se possano esser presenti alterazioni dei parametri del liquido seminale.
cerchi di "trasformarsi" nel mio ipotetico paziente e vada a fare una visita del suo medico o da un andrologo che quasi sicuramente le consiglieranno le indagini.
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 865XXX

Iscritto dal 2008
gentili dottori,
vi ringrazio per le repentine risposte.Mi avete convinto, andrò a fare tutti gli esami del caso.Sorge però un problema. Sto facendo l'università a Milano, quindi sono lontano da casa. Il mio dubbio è questo: devo andare da un andrologo o da un urologo? e soprattutto, sapreste consigliarmi qualcuno qui a Milano? sapete più o meno quanto potrebbe costare un controllo del genere? e poi, l'ultima domanda da coniglioipocondriaco quale sono: che visita mi aspetta? farà male?
scusate per la raffica di domande, ma sono davvero sorpreso da questo efficace servizio e lo spremerò il più possibile.
cordiali saluti,
Luca.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le consiglio un urologo con chiare competentenze andrologiche.
Per i costi non so: privatamente si informi prima, per servizio pubblico paga il ticket. Se il suo medico di base di casa non è disponibile vada all' ufficio relazioni col pubblico della ASL più vicina (trova indirizzo su elenco telefonico) e se ne scelga uno e si consigli con lui.
Per trovare collega può benissimo consultare il nostro indirizzario o quello della società italiana di andrologia. Come centri pubblici consiglio o il San. Raffaele o il San. Paolo.
La visita una palpatina e l' ecodoppler una strusciatina-
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
complimenti, in tema di varicocele le Sue deduzioni sono corripsondenti alla realtà. Intanto è davvero rarissimo che, seppure al più profano dei pazienti e nei più fantasiosi racconti, un varicocele dia la sensazione di "gelatinoso". Così come è pochisismo probabile che un varicocele si localizzi solo ed esclusivamente in corrispondenza del polo inferiore testicolare. E se si trattasse di un reperto del tutto normale? E se fosse la coda dell'epididimo? O del semplice tessuto adiposo?
Ecco perchè è tassativo un controllo clinico. Dolorosa la visita andrologica???? Ma che scherziamo! Dobbiamo sfatare questa falsa leggenda metropolitana. Stia davvero sereno e tranquillissimo per questo. Prima di sottoporsi a qualsiasi esame strumentale o di laboratorio, io Le consiglio una visita specialistica, andrologica o urologica è lo stesso, nel Suo caso ed in questa fase della storia clinica. Potrebbe rivolgersi agli ambulatori di una qualsiasi Struttura Pubblica Universitaria od Ospedaliera di Milano.
Mi tenga ancora informato se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema.
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO