Utente 110XXX
Gentili Dottori Buongiorno.

Scrivo per avere un vostro autorevole parere in merito ad una visita medica effettuata da mia moglie in data di ieri, dove è stata formulata ipotesi di esofago di Barrett.
Questo il testo del referto medico: Paziente donna di anni 47 che presenta recrudescenza sub continua di patologia da reflusso, scarsamente responsive alla terapia medica. Ultima gastroscopia eseguita in data 2013 con evidenza di piccolo ernia con incontinenza cardiale e possibile piccolo lingua di metaplasia. Attualmente in terapia con PPI a dosaggio doppio ma con sintomatologia presente. Obiettività clinica non significativa. Alla luce della storia clinica che data dal 1995 e della risposta alla terapia, propongo al momento di continuare con Esomeprazolo 40mg: 1 X die per 30gg poi tornare a 40 mg al mattino. Debrum 1 cp prima dei pasti principali. Esoxx One 1 stick dopo i pasti e prima di coricarsi.In persistenza dei sintomi sarà opportuno riverificare una EGDS ed eventualmente eseguire PH impedenziometria e manometria esofagea.
Esito EGDS del 2013: Indagine eseguita in sedazione : Ipnovel 3 mg
Esofago: Giunzione esofago gastrica a circa 38 cm con subcentimetrica lingula di sospetta metaplasia. Piccola ernia iatale.
Stomaco: Gastrite cronica antrale. Eseguite biopsie
Duodeno: Bulbo e DII nella norma. Eseguite biopsie.
ESAME BIOPSIE ENDOSCOPICHE MULTIPLE:
Note cliniche: Duodenite? Gastrite?
Inclusioni: Ax2: Cont Duodeno; Bx0: X Vari cont stomaco
Tecniche speciali adottate B: GIEMSA; A: CD3;
Referto istologico: Cont 1 "Duodeno" Frustoli bioptico di mucosa duodenale con note di flogosi cronica lieve aspecifica della lamina propria.
Cont. 2" Stomaco": Frustoli bioptici di mucosa gastrica di tipo antrale e di tipo corpale con note di iperplasia foveolare. E' presente flogosi cronica lieve, senza aspetti di attività. La ricerca di organismi tipo Helicobacter Pylori, è negativa.Gastrite cronica superficiale con note d'iperplasia foveolare.mc
Queste le indagini eseguite, il medico che la ha visitata ieri ha appunto fatto cenno alla forte possibilità che ci si trovi di fronte ad un esofago di Barrett, paventando anche la possibilità di un intervento chirurgico. Siamo preoccupati, e chiederemmo a voi, pareri e consigli alla luce dei dati esposti.
Ringrazio fin da ora per l'attenzione.

Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Con tutto il rispetto, ma il collega ha fatto un po' di "terrorismo" parlando di probabile Barrett e di chirurgica. Cercherei di stare tranquilli e di eseguire (oltre alla gastroscopia) la titolazione della gastrinemia (prelievo di sangue) sotto terapia con IPP per valutare l'efficacia di tali farmaci.


Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottor Cosentino, speravo proprio in una sua risposta. Nel tempo ho seguito con interesse i suoi interventi trovando nelle risposte sempre grande equilibrio e buon senso. Faremo sicuramente gli esami che ci ha consigliato e se non le creo disturbo le invierò gli esiti per una sua valutazione a cui teniamo molto. Le faccio una ultima domanda: Ma secondo Lei, vedendo quegli esiti di gastroscopia viene da pensare ad un Barrett? Ed in secondo luogo, sempre da quegli esiti, se anche così fosse, che rischi di degenerazione ci sarebbero? Mi scusi per il prosieguo. La ringrazio del suo tempo e Le auguro una buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anche se fosse un Barrett per le sue dimensioni non avrebbe alcun rischio evolutivo per cui non viene considerato.

Mi aggiorni.
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio infinitamente, Dottore. La terrò sicuramente aggiornato sugli esiti degli accertamenti. Buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A risentirci. Cordialmente