Utente 501XXX
Salve, come avrete capito dal titolo io ho un problema di fimosi:guardando su internet ho capito di avere una forma di fimosi non serrata, in quanto riesco a scoprire il glande(almeno la maggior parte) a pene non eretto e riesco a scoprire il glande(anche se in misura minore rispetto a quando il pene non è eretto) a pene eretto. Ho 22 anni e questo problema non è stato nulla di così allarmante per me, sia perché nei rapporti sessuali non ho riscontrato particolari problemi tranne un po' di fastidio e sia perché non mi ha mai causato problemi durante la minzione o l'eiaculazione. Tuttavia ho visto su internet(anche in questo forum) che la fimosi può portare a conseguenze gravi come parafimosi e addirittura cancro al pene nei casi più gravi: essendo un po' ipocondriaco leggendo le conseguenze della fimosi subito sono andato a vedere i rimedi a questa patologia: girando su internet ho trovato 3 soluzioni(esercizi prepuziali, circoncisione e un dispositivo medico approvato dal ministero della Sanità chiamato phimostop: al momento sto provando gli esercizi prepuziali(in pratica, sia a pene non eretto che eretto scopro il glande fino a quando posso, mantengo la posizione per 30 secondi e poi rilascio, questo per massimo 5 minuti perché ho visto che un periodo prolungato di questa pratica porta più male che bene) e devo dire che in 10 giorni ho ottenuto buoni risultati, non riesco ancora a scoprire il glande però rispetto a 11 giorni fa i risultati si vedono; premettendo che da quando ho iniziato questi esercizi non ho mai avuto problemi di urinare o eiaculare(tipo dolori o altro) e non ho visto lacerazioni sul glande(almeno per la parte visibile), vorrei sapere se questi esercizi potrebbero portare a problemi nel lungo periodo(tipo dolori, lacerazioni ecc) oppure mi permettono di eliminare la fimosi(e quindi scoprire il glande) senza sottopormi a circoncisione(non avrei paura a sottopormi all'intervento visto che ho affrontato interventi ben più gravi, però vorrei valutarla come "ultima spiaggia" visto che l'idea di esporre perennemente il glande non mi entusiasma). Appena posso andrò a fare una visita dall'urologo(fra lavoro e studio per esami universitari purtroppo ho solo la sera libera praticamente), per il momento vorrei sapere l'efficacia di questi esercizi nel lungo periodo ed eventuali problemi che potrebbero causare nel lungo periodo.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Invece del suo fai da te perchè non si fa vedere da collega, Che magari ne sa un po di più? Cosa vuole che di qua si riesca a valutare qualcosa?
[#2] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
Dr. Cavallini grazie innanzitutto per la risposta,ho posto il mio dubbio in quanto, come ho scritto, al momento e fino alla fine di settembre(ovvero il giorno in cui avrò l'ultimo esame della sessione estiva universitaria) non sarò in grado di sottopormi a una visita da un urologo(visto che la mattina studio per gli esami e il pomeriggio dalle 3 fino alle 9 di sera lavoro per mantenermi gli studi), volevo giusto sapere se posso continuare tali esercizi(che a quanto ho visto su internet alcuni urologi consigliano come alternativa all'intervento nei casi di fimosi meno grave) visto che mi hanno portato dei benefici in termini di scopertura del glande oppure se questi esercizi possono portare, nel lungo periodo quindi dopo mesi, a problemi quali lacerazioni o altro; sul fatto di sottopormi a visita urologica mi trovo d'accordo con lei, tuttavia, se possibile, vorrei continuare con questi esercizi visto che finora i risultati sono stati positivi ma qualora lei o un altro specialista mi confermaste che questi esercizi portano benefici nel breve periodo ma che, ad esempio, dopo alcuni mesi possono portare problemi interrompo subito tali esercizi.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
evitiamo le chiacchere e facciamo le cose.